Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Sun12172017

Last update

UNA RIFLESSIONE...

18 August 2016

In foto la foce del Rio Tienna ad Alassio ... un tubo del 20 (forse 25) con la T en fondo... qua non è MAI successo nulla (credo) perché da quel Rio di acqua non ne è MAI scesa più di quella che si vede un foto... la zona è una di quelle meno piovose del nord Italia... o per lo meno così dicono le statistiche. A Genova (una delle zone più piovose del nord italia... lo dicono le statistiche) una cosa del genere (con tubi ben più grossi) lo hanno fatto con i torrenti Bisagno e Fereggiano e la popolazione del capoluogo ligure paga care queste scelte purtroppo.

Le statistiche dicono che certi temporali a Verona arrivano ogni 50 anni ma poi ne basta uno un po' più forte del normale e te te cate i bidoni delle mondissie che naviga per le strade come se i fosse gommoni... Poi vai a vedere i tombini e iè pieni fin a all'orlo de tera o erba ( non per mancanza de volontà de ci dovaria netarli... ma perché i schei per farlo iè ormai tanti...).

Quindi a volte per via delle "statistiche" ci si dimentica che certe scelte apparentemente sensate potrebbero portare a conseguenze non previste... ma poi la colpa l'è del tempo... Perché ha piovuo massa o perché è arrivà un temporal impetuoso... eh si la colpa l'è sua... no de un tubo del 20 en cui qualcuno ha deciso de "enfilar" un progno o dei tombini pieni de "merda" perché non ghè mia i schei per netarli...
rio

Published in Editoriali

musso4OCIO ghe vol 5 minuti per leserla... dai forse meno... non son mia sta tanto longo ancò...

Per la settimana entrante, la solita analisi semi seria l'ho suddivisa in due diverse parti perchè in realtà vivremo due diverse situazioni nel giro de pochi giorni... Per i novi amici spero che se capissa ci l'è el musso e ci el camel... per la Balena...lassemo perder perchè per ora sarà "un'attrice non protagonista" ... ma se la pensa de vinser l'oscar per la so interpretassion la pol nar a farse ciavar ‪#‎stronsa‬...

Comunque la situazione degli ultimi due giorni è chiara più o meno a tutti... tempo stabile anche se il cielo non è mai di quel bell'azzurro che ci piace tanto... in montagna ghe sempre qualche nuvolotto, l'aria l'è piena de umidità che per respirar ben ghe volaria le branchie come acquaman e fa molto caldo (siamo a 2/4 gradi sopra le medie del periodo a seconda delle zone de pianura che consideremo)... quindi fasendo 2 + 2 = Camel.

Ocio però perchè st'ano i camei, innanzitutto non iè mai (per ora) arrivè forti come l'an passà (infatti questo luglio che si sta per chiuedere non è nemmeno paragonabile a quello del 2015) e poi non iè mai durè tanto (l'an passà i durava 10/15 giorni senza soluzione de continuita).
Questode sti giorni, l'è destinà a tirarse endrio a partire da doman pomeriggio quando da nord arrivarà la musa del musso i cui effett i se farà sentir de più en termini de "calo delle temperature" nella giornada de luni (en parte) e marti de più.
Ho messo "calo delle temperature" tra virgolette perchè non dobbiamo attenderci sti gran cali ... ma secondo me tra lunedì e mercoledì le massime difficilmente supereranno i 30° ma quello che conta è che arriverà PROBABILMENTE un po' de vento a cavar un po' de umido... L'arrivo de sto mussetto en pratica sa falo per el veronese?

1) da doman pomeriggio/sera fin a luni de sera cresse l'instabilità atmosferica che sul Veneto (poi da capire quanto sarà coivolto el veronese anche se par che el sia solo marginale per noialtri) darà luogo a temporali anche molto forti in quel lasso di tempo che ho scritto. Colpi di vento e locali grandinate non si possono escludere perchè il "carburante" di afa e caldo (necessari a far innescare i temporali più forti ) ghe nè en bisogno...ansi se se podesse venderlo la pianura veronese la saria na super potensa en campo energetico e saressimo tutti sceicchi...pecà che de caldo e umidità non se ne fassa gnente nessuno...
2) poterà come detto ad un modesto calo termico che però darà un po' di tregua
3) arriverà anca un po' de vento ma non come l'ultimo musso quindi si... calerà un po' l'afa almeno per qualche giorno

Ecco appunto, el dira per qualche giorno perchè, el musso che arriverà oltre a essere sgerlo, l'è anca orbo e envese de ciaparne noialtri el se enfila zò lungo l'adriatico fin a tirar el gambetto al sud Italia nelle giornata de Giovedì 4 Agosto (nella seconda immagine podì veder come ghe sia un musso che l'è oltà ia a sud della Puglia... ah ah ah ah )... EL Musso che l'olta ia proprio lì el ghe da forsa al camel, che si l'ha sbassà le reccie per due/tri giorni ma non l'è mia morto ansi... l'è pronto a tornar alla carica già da giovedì con temperature e afa destinate a crescere ancora.

E dopo? dopo ghe varie ipotesi...

1) Poco probabile - El musso gigante che se vede nella seconda immagine el ciapa coraio e el ne ciapa en pieno... mmm difficile che la se verifichi
2) Mediamente probabile - El musso gigante el va en portogallo e noialtri semo ciavè perchè el camel el ciapa ancora più forsa e el ne scaldarà per ben
3) Mediamente Probabile - El musso gigante el finisse moribondo en mezzo al mediterraneo isolandosi in "bogonela" che punterà il sud Italia...in questo modo el va a limarghe la goba al camel che el scapa... lassando el sud Italia en balia della bogonela... e noialtri? magari ciapa coraio la balena che stufa dei moijto azzoriani la vien a beerse un bicer de valpolicella (o bardolino, o valdadige, o soave... o metighe quel che volì che dopo no vegna fora che fo le preferesse tra i vini veronesi... a mi i me piase tutti :-P ) e la ne poarta si el caldo ma meno afoso...

Attualmente NON è possibile dire come evolverà la situazione, quindi come sempre vi chiedo di seguire i nostri agiornamenti quotidiani... sta di fatto che agosto inizia "movimentato" con scambi e capovolgimenti di fronte ... vedremo che la spunta..

bon ho finio e come sempre se vi va condividete!!
Ciaoooooooooooooooooo

Published in Editoriali

PERCHE' ALA MATTINA PRESTO EN PIANURA GHE' SBORO E SUL BALDO GHE ZA' CALDO?

L'è capità più de na olta nelle ultime settimane che dandove el buongiorno ho scritto "Brumade en pianura e temperature più calde en montagna per effetto dell'inversione termica" ... Questo el par strano perchè i n'à ensegnà che quando se va en montagna bisognaria cuertarse perchè ghè più fredo e spesso quando en inverno piove a Verona sul Baldo arriva la neve quindi se ala mattina me sveio e en pianura ghè zero gradi me emmagino che sul Baldo (o en Lessinia l'è stesso) ghe sia un fredo becco... envese arriva el selvadego de Meteo Caprino a dirve che se volì nar sul Telegrafo ve convien partir legerini...

En condizioni normali è vero quel che tutti i pensa ossia che man man che ne alsemo de quota le temperature le cala... e generalmente le temperature le cala de 6/7 gradi ogni 1000 metri...quindi en pratica se a Verona ghè 10 gradi a Bosco ghe ne saria 3/4. La temperatura la cala con l'altezza perchè... l'aria a contatto con el terreno, ghe grassie al sol l'è caldo, la tende a scaldarse. Scaldandose la tende a salire (lo savemo tutti che l'aria calda la tende a star en alto) .... man man che l'aria la va sempre più in alto diminusce la pressione atmosferica che le schissa... quindi sa succede, che l'aria la taca a "espanderse" ... e espandendose, la cede calor ... e di conseguenza ela la se rinfresca ... La prima immagine mostra questa situazione "normale" ....notare l'artista che è in me...

Ma ormai avemo capio che con el tempo ghe sempre qualcosa da imparar e quindi esistena anche el caso in cui l'aria man man che se va in alto invese de calar de temperatura, succede el contrario ossia che la se scalda (rispetto al terreno). Questo fenomeno el se ciama appunto INVERSIONE TERMICA.

Questo accade soprattutto in inverno per tre motivi:
1) El sol l'è basso all'orizzonte e quindi el fa fadiga a scaldar el terreno perchè i raggi i ariva de sbiego
2) I Giorni iè più curti quindi el sol el scalda meno...la notte l'è più longa e el terreno el se scalda meno
3) Pol capitar che a terra ghe sia la neve e che quindi per el cosiddeto effetto albedo el terreno el sia fredo engiassa

inversione

Tutti i motivi appena descritti i fa si che l'aria al contatto con el terreno la sia MOLTO più fredda del normale e che quindi la sia più fredda de quella ch

e ghè nei primi metri sora le nostre teste...

se poi ghe metemo che anche la montagne de notte la se raffredda e l'aria fredda al contatto con i pendii essendo più densa e pensante la se scrioltola verso valle "scansando" l'aria più calda che ghè a quote più basse... che quindi la sale de quota scaldando l'aria en montagna... ensomma l'è un bel casotto ma sta de fatto che succede quel che v'ho appena scritto.

Le cause dell'inversion termica iè che l'atmosfera l'è talmente stabile (l'è instabile quando l'aria fredda l'è in quota ...) che non ghè movimento de aria...e questo fa si che se possa formar dei bei nebbioni ma soprattutto che envesse de respirar aria sana, se finissa col respirar "merda" ... lo smog infatti ristagna nell'aria per la gioia dei nostri polmoni... La seconda immagine mostra cosa accade con l'inversione termica!

Condividete se vi va!! Emoticon smile
Grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

Published in Didattica Meteo

Ebbenepioggiaprimavera2015 si proprio oggi inizia l'estate (meteorologica) 2015 ... c'è chi dice che sarà la più calda da quando hanno inventato i termometri, c'è chi dice che sarà fresca... io dico che non possiamo saperlo oggi come sarà l'estate soprattutto se volessimo saperlo per Verona eed in generale per la nostra provincia. Quindi per non perdere troppo tempo mi limito ad analizzare come è andata la primavera appena trascorsa...

Lo facciamo analizzando i dati ufficiali raccolti dall'aeronautica militare presso la stazione meteorologica di Villafranca... secondo me molti di noi avranno delle sorprese, soprattutto chi in questi ultimi tre mesi si è "lamentato" del Freddo...

FREDDOOOOOOO?!?! Ricordiamo che non viviamo in Marocco e che le temtemperatureprimavera2015perature medie nella primavera Veronese variano dai 20° di massima (in media) ai 12/13° di minima (in media) ... quindi ghe poco da dir...la primavera si è chiusa con un +1.85° rispetto alle medie del Periodo... su 90 giorni primaverili BEN 71 giorni hanno fatto registrare temperature al di sopra delle righe, 16 al di sotto e 3 giorni sostanzialmente in pari... se poi vogliamo parlare di maggio (sul quale ho sentito cose del tipo "mai sentio un fredo così a maggio...") beh l'ultimo mese privaverile è quello che ha contribuito ad alzare la media ...con +2.05 gradi sopra le medie... Ovviamente non sono cose che dovrebbero stupirci visto che, a parte l'estate scorsa, poi tutte le stagioni sono state abbondantemente sopra media...ma almeno non dovremmo "lamentarci" del freddo ah ah ah .

Poi c'è chi si anche lamentato del "piove sempre" (io aggiungo un piove "quasi" sempre nel week end...perchè è spesso stato così)... ma anche questa percezione (di molti ...ma non ad esempio da chi sull'acqua piovana fa affidamento per la propria attività) di primavera piovosa è un "mito" destinato a crollare... eh si perchè nei tre mesi estivi primaverli sono caduti 117,4 con un deficit rispetto alle medie di oltre 71 millimetri... in pratica manca un mese di pioggia. Ovviamente non è una situazione preoccupante (per ora) ma considerando la poca neve caduta in montagna nello scorso inverno e la poca pioggia caduta in primavera la situazione merita un po' di attenzione.

Ovviamente ci sono zone dove è piovuto di più ...come la Lessinia... ma ricordiamoci che sulle nostre montagne in genere piove più del doppio rispetto alle zone di pianura.

Bon dai finito... adesso inizia l'estate e come detto ieri inizierà col botto... in maniera molto simile a quella del 2014...con una bella fiammata africana (che ovviamente farà registrare temperature al di sopra delle medie) ... poi vedremo. CI ritroveremo a settembre a tirare le fila su come sarà trascorsa questa estate
ciaooooooooooo

 

Published in Editoriali

Girando in internet in questi giorni, andando a leggere anche testate online "di alto livello" 1371370298mi rendo conto di come la meteo spazzatura stia diventando ancora una volta dilagante... quasi senza freni e tutti a credere a quello che i soliti "urlatori da strapazzo" stanno dicendo da qualche giorno: "sarà un estate da record... la più calda degli ultimi trentanni".

Leggo ancora e trovo: "Frequenti incursioni africane faranno alzare le temperature fino ai 40 gradi" ... e poi mi trovo un'immagine del deserto con scritto "Estate 2015 TORRIDA" ...

E qua me parte definitivamente l'embolo! !!! E devo per forza dire alcune cose... al solito sito

1) se la previsione della prossima estate l'è come quella che avete fatto sullo scorso inverno non ghè pericolo... ansi quasi quasi vo a comprar legna e Pellet perché ghè El rischio (visto che non ghè n'è embrochì una) che a ferragosto fiochi. ..

2) poca fadiga dir che sarà un'estate calda... Negli ultimi 30 anni l'è più facile indovinaghe che quando se dice che fa più caldo del normale piuttosto che dir el contrario...

3) prima de dir con sicurezza, spaventando la gente, che sarà un'estate super calda aspettate settembre quando avrete dei dati veri e non quelli che tirate fuori dal cilindro dopo aver bevuto ne bottiglia de mescal come i fa i santoni maya spersi en mezo ale foresta del Chapas per saver quando finisse el mondo...

4) penso che avì ciapà la laurea en fisica dell'atmosfera coi punti della miralanza. .. veder un "meteorologo" che in un articolo scriver che sarà un'estate torrida perché avremo frequenti incursioni africane, l'è come sentir un cogo de Verona dir che se pol cusinar la pearà en 5 minuti... el primo pensier l'è "te si un cogo del casso" ... mi che sono un insemenito vado a guardarmi cosa significa "caldo torrido" e scopro che vuol dire "CALDO SECCO" ... Penso al caldo Africano che arriva da noialtri e me vien en mente la sauna. .. afa, umidità, stofego da paura, gente tacaissa... 30 gradi reali ...10000 percepiti...
Quindi ghè qualcosa che non torna... o sarà un' estate torrida o sarà un'estate governata dall'Africa. .. perché tutte e due le cose non quadrano. ..

Poi mi viene in mente quale è la fonte e mi ricordo che su quel sito basta butar li na ventina de parole ad effetto per confezionare il solito articolo spazzatura pregno di minchiate apocalittiche in grado di attirare migliaia di click ergo... migliaia di euro per loro..

Cosa penso io dell'estate? Che sarà calda come è giusta che sia... quella.del 2014 che tutti hanno percepito come fredda è stata di pochissimo sotto le medie del periodo ... quella di quest'anno probabilmente sarà un po' più calda del normale? Puo essere... Di quanto? No el le sà gnanca el mago Oronzo...
Quindi non crediamo a tutte ste fandonie mediatiche... che se val come la carta igenica.

Potrebbe essere anche l'estate da record che dicono... ma lo scopriremo solo a settembre Emoticon wink

Fastidio finito
Ciao

Published in Editoriali

(Solita analisi SEMI-SERIA sull'andamento dei prossimi giorni)

Nell'ultima analisi avevamo analizzato il tentativo dell'altapressione africana di portare qualche giorno di estate anche per la nostra provincia. Questa incursione "africana" è in parte riuscita, infatti a partire da Sabato, abbiamo goduto (soprattutto le zone di pianura) di cielo per lo più soleggiato, temperature che hanno "sfiorato" i 30° e le insidie piovose, pur non mancando, sono state davvero minime (qualche spaciugada e per lo più di notte)... e sarà così anche oggi e probabilmente domani...

Ocio però perchè, se vi ricordate, l'alta pressione era chiusa tra due fuochi ... ad Ovest "balota giala" che ha fatto da "sveglia" al dormiente (l'ha dormio tuta istà sto troglodita...per somma gioia dei freddofili però :-) ) anticiclone africano... ad Est "balota verde" che, posizionato sulle Repubbliche Baltiche, impediva all'anticiclone Africano di spingersi un po' più ad est coinvolgendo completamente l'Italia, ma nello stesso tempo aveva potere assoluto di decidere quanto, questa "piccola estate settembrina" sarebbe durata.

moletta

Bene ragassi e ragasse, "balotta verde" si trasforma ne "il moleta" e decide che l'estate settembrina è durata anche troppo e l'è ora de darghe na "limada de recie" all'altapressione africana. "limada de recie" è il termine tecnico per dire "cala le temperature e torna l'instabilità".... ma vediamo un attimo cosa potrebbe accadere analizzando l'immagine del modello matematico GFS relativa alla giornata di Giovedì...

1) Oggi e domani l'altapresisone africana proverà a tenere botta riuscendoci sicuramente oggi... un po' meno domani. Quindi lo stiamo vedendo...sole e caldo (per il periodo ovviamente) e poche insidie pomeridiane di rovesdi sparsi.... nel frattempo però "el moletta" el taca l'ape con tutto l'armamentario e dal Baltico (dove se vede che da limar ghe poco) si dirige verso sud-ovest...cassego se avesse scelto il Mar Nero probabilmente l'estate settembrina sarebbe durata di più... ma nar sul Mar Nero adesso che ghè anche un po' de guerra in zona non era il caso...

2) "el moletta" tra domani sera/notte e mercoledì arriva a ridosso delle Alpi con i seguenti strumenti:
     - nocciolo Gelido in quota (-22° ai 5000 metri proprio ai confini    austriaci/svizzeri) ... da noi un po' più tiepido (-16/-18) ma cmq sempre più fresca di adesso
    - Molta instabilità per l'aria... dopo 4 giorni de tempo discreto arriva na man de aria freda per forza l'atmosfera la taca a boier come en stagnar de polenta...

 

Conseguenze PROBABILI

1) L'estate settembrina la ciapa na man de pache e toglie il disturbo a partire da marcoledì
2) Le temperature caleranno anche in presenza del sole. Ecco diciamo massime attorno ai 25° con sole pieno... ovviamente con cielo nuvoloso meno. Avevamo ipotizzato la settimana scorsa come culmine del "caldo" a metà settimana...probabilmente dovremmo anticiparlo a domani...
3) Na man de temporali arriverà sicuramente per parte del Nord... dirvi se prenderanno anche il Veronese è difficile ora ma la probabilità è piuttosto alta da Mercoledì

Durata? Beh le gocce fredde (perchè facendo un'attimo i seri anche questo peggioramento sarà portato da una goccia Fredda) sono dure a morire, un po' come Bruce Willis nel Film Die Hard, quindi metemosela via che per 4/5 giorni l'estate settembrina andrà in ferie (dove? tra Francia e Gran Bretagna)... tornerà? impossibile dirlo ma guardando i modelli oggi la risposta è no... ma vista la distanza temporale questo "no" l'è proprio na cassada.

Published in Analisi

Premetto che questa è un'analisi semi seria dell'andamento dell'estate 2014 a Verona e si basa sui dati reali rilevati dalla stazione meteo dell'aeronautica militare di Villafranca....

Partiamo da lontano... Gennaio 2014... le seole avevano parlato di mesi estivi asciutti...quindi caldo...il CNR aveva pubblicato una ricerca che vedeva l'estate 2014 come "calda e siccitosa" ... quei del solito sito i cominsiava a parlar de caronte fin de febbraio e, considerando che arrivavamo da un'inverno che, meteorologicamente parlando, potremo definire "del casso" (2/3 giorni soli sotto lo zero), le premesse per una calda, se non bollente estate, c'erano tutte...

Ma lo sappiamo che spesso le premesse/promesse non vengono mai mantenute (l'inverno "del casso" doveva essere quello più freddo degli ultimi mille mila anni)... Infatti...

o.226237

GIUGNO 2014

E' arrivato giugno accompagnato dai caldi clamori che alcuni siti ci propinavano da qualche settimana. Titoloni che grosso modo riassumendoli dicevano "OCIO BUTEI CHE EL NE COSARA' COME NA MORTADELA SULA GRADELA" ... ohhhh i gà sbaglià tutto l'inverno a prometter freddo su freddo vuto che i ghè beca staolta?

si valà... quando i gà da parlar de caldo i ghe indovina sempre... infatti:

1) 20 giorni consecutivi di temperature sopra le medie
2) il 9 Giugno superati i 37° e temperatura di 10° al di sopra delle medie del periodo
3) nonostante qualche giorno "fresco" giugno 2014 chiude con quasi 4 gradi al di sopra delle medie

se il buongiorno si vede dal mattino i freddofili veronesi avranno iniziato a tremare e a cercare su tripadvisor il migliore hotel al circolo polare artico..scoprendo che non ne esistono... e che anzi, pure in finlandia ghera 28° ... sono incrementate le vendite di condizionatori e i ventilatori andavano a ruba...

Ovviamente...tempo caldo, sol che spacca le piere... de acqua poca ...ma proprio poca... non più di una trentina di mm in tutto il mese quindi abbondantemente sotto media.

Giugno stava per finire... con la promessa, da parte di soliti che luglio sarebbe iniziato con il "TRAGHETTATORE CARONTE" ... e tutti i freddofili a tocarse i ovi...

LUGLIO 2014

El traghettatore arriva...ci porta verso i 32° ma verso fine della prima settimana di Luglio el ciapà la prima sberla dall'armata islandese... taaaac... 7 giorni sotto media... se vede che da traghettar el gavea poco o niente...
Sempre i soliti ci riprovarono con Lucifero...arriviamo a malapena ai 31° ma cmq un 5 giorni sopra media ce li regala... ma da li ragasse e ragassi l'è n'ecatombe per el caldo.
Ci hanno provato in tutti i modi lo hanno invocato chiamandolo in mille maniere (mancava che i le ciamesse Goldrake e Godzilla ed erene a posto) ...ma il caldo africano...sul veronese non si è più visto per un bel po'....e quindi?

1) gli ultimi 13 giorni di luglio hanno visto 11 giorni sotto media...e non di poco
2) il mese di luglio si chiude con un MENO 0.25° sotto le medie...il primo mese sotto media dal giugno 2011
3) i freddofili che avevano comprato il condizionatore pur avendo speso na cifra erano contenti perchè non i era ancora morti
4) i caldofili correvano a fare il cambio armadio...via le Tshirt fuori i maglioni...scaldotto nel letto e brulè.

Ma non è tanto il mancato caldo (che comunque era poco al di sotto delle temperature normali) a far notizia ma l'acqua caduta... gente che piantava ne l'orto ravanei e cresseva sardele, bogoni a spasso per via massini a far shopping le trote che attraversava l'a22 per passar da l'adese al biffis... ma purtroppo tornando seri per un attimo anche tanti danni alle culture, alle case, alle macchine...perchè ogni volta che pioveva sembrava che non fosse mai piovuto .... Quasi 200 mm di pioggia a verona in luglio penso non cadessero da na decina di anni...

L'ultima volta che fece un luglio così "fresco" poi arrivò l'estate e durò fino ad ottobre... e quest'anno sarebbe andata così...era questa la domanda che tutti i freddofili e i caldofili si posero a fine mese?

AGOSTO 2014

I soliti siti ormai erano entrati in letargo...anzi sparavano cagate sul prossimo inverno che sarà apocalittico (e mi da freddofilo sempre a tocarme i coioni...perchè i porta sfiga) perchè il caldo continuava a stentare... ci ha provato però, ad inizio agosto... 4/5 giorni sopra i 30° li abbiamo visti... tutto sembrava tornare alla normalità e meteo caprino che diceva che nella partita a Risiko avrebbe vinto l'islandese... ma come ghe un sol che spacca le piere e 33° coma fa a vegner brutto?
Eccolo li... 15 giorni consecutivi sotto media con il culmine del freddo a ferragosto quando parea più che altro el primo novembre... la nebbia...la neve che cadeva attorno ai 2000 metri sulle alpi, le televisioni che sparavano notizie sul fatto che era l'agosto più freddo del secolo ... dai un contentino come promesso è arrivato verso fine mese con il ritorno dei 30 gradi...ma non sono serviti... infatti

1) secondo mese consecutivo sotto medie trentennali (non penso sia mai successo negli ultimi quindici anni di avere due mesi consecutivi più freddi del normale)
2) si è registrato invatti un -0.85° al di sotto delle medie
3) freddofili in estasi come se avessero vinto il super enalotto
4) caldofili in analisi

Ma purtroppo ...brodo, brodo e ancora brodo... non come a Luglio ma 100 mm li ha fatti anche in agosto... e dopo soli 8 mesi a Verona è caduta la quantità d'acqua che l'anno scorso cadde in un anno e quasi il 50% in più di quella caduta in tutto il 2012... ovviamente le conseguenze per il terreno già zuppa (come le campagnole in un bicer de late) sono state smottamenti e frane, argini caduti e altri danni...

RIASSUMENDO

I tre mesi estivi si chiudono con una temperatura media negativa di -0,4° rispetto ai valori medi trentennali e con un surplus di oltre 100mm di piogga... Io penso che se invece di tutta l'acqua caduta fosse caduta la pioggia normale... e le temperature si fossero mantenute mediamente come quelle che abbiamo avuto (senza eccessi ne da un verso ne dall'altro) ... avremmo avuto l'estate perfetta per tutti.

Purtroppo con la meteo ci saranno sempre i contenti e gli scontenti... ma spero che anche i scontenti na ghignada con questo resoconto se la siano fatta

sn16090 90tn16090 90

Published in Editoriali

Siamo entrati ormai nella stagione dei temporali e con essa è cresciuto il fermento dei tanti appassionati che aspettano tali eventi per liftedindex"andare a caccia" della foto perfetta, del video da far vedere agli amici, del lampo...sperando sempre però che i temporali non degenerino in eventi tali da portare disagi alle persone. Comunque al di la degli appassionati, sono in molti ad essere attirati da questi fenomeni...così strani ed improvvisi...ora c'è il sole e fra 10 minuti le nuvole nere ed imponenti portano pioggia e vento...e dopo 10 minuti torna a splendere il sole... così come arriva un temporale se ne va....forse è questo a renderlo così "misterioso".

Lo scorso anno in un articolo, avevo spiegato come si formano i temporali e avevo scritto che questo tipo di fenomeni si sviluppano più facilmente quando vi sono giornate particolarmente calde e umide ed in quei luoghi in cui il calore del giorno ha la possibilità di esprimere maggiormente il suo potenziale, ad esempio la Pianura Padana è un posto "ideale" per la formazione dei temporali, così come, ma per motivi diversi, la montagna.

Ovviamente non basta il "calore" serve che poi in quota vi sia uno strato d'aria un po' più fredda, perchè  se l'aria in prossimità del suolo diventa più calda a causa del sole, essa diventa più leggera e tende quindi a salire  e se nel corso della salita incontra appunto uno strato d'aria pù fredda, l'aria calda che sale, tende a raffreddarsi al punto che l'umidità in essa contenuta condensa formando le classiche nubi a sviluppo verticali o torreggianti: i cumuli.

Ma visti i fattori in gioco, aria calda al suolo, aria più fresca in quota, umidità, vento etc. non è così semplice capire o prevedere se un dato giorno si scatenerà un temporale oppure no. Beh diciamo che non è semplice per i "comuni mortali" o i meteo appassionati non professionisti... ma per loro esistono, e sono facilmente reperibili si internet delle mappe che mostrano, attraverso la rappresentazione di appositi indici, se un giorno è propizio o meno alla formazione dei temporali. Di tali indici, ne esistono di vario genere ed uno è già stato trattato e descritto sul sito in un apposito articolo, ossia il CAPE. In questo articolo invece tratteremo il LI ossia il Lifted Index.

Questo indice, misura la stabilità dell'aria e può essere di aiuto, come abbiamo detto,  nel prevedere l'intensità dei fenomeni temporaleschi. Ovviamente non è in grado di prevedere l'intensit di un temporale ma può comunque dare una buona indicazione del potenziale intrinseco nell'Atmosfera e da questo si può dedurre se vi è la possibilità di temporali intensi. In pratica... non mi dice "occhio che si scateneranno dei temporali" ma "occhio perchè nel caso si verificassero temporali potrebbero essere intensi".

In termini "tecnici" il Lifted Index è la differenza tra la temperatura dell'atmosfera alla quota di 500hPa e la temperatura che una particella potrebbe avere dopo essere salita dal suolo fino alla stessa quota (500hPa). In pratica:

Lifted Index = T500 -Tp500 dove

T500 = Temperatura in gradi centigradi alla quota di 500hPa circa 5300/5500 metri

Tp500 = Temperatura in gradi centigradi che alla quota di 500hPa una particella raggiungerebbe se fosse sollevata lungo un'adiabatica secca dalla superficie fino al suo livello di condensazione e poi lungo un'adiabatica satura fino a 500hPa.

Quando la temperatura della particella in risalità è più alta della temperatura presente in quota significa che l'atmosfera è instabile. Questo fatto corrisponde a valori del LI negativi. Più l'indice è negativo più l'atmosfera sarà instabile e quindi più è alta la probabilità di avere temporali di forte intensità. Come per il CAPE non esistono "soglie" certe che correlino il LI ai temporali intensi ma sono state definite le seguenti soglie:

  1. LI > 2 assenza di temporali
  2. LI compreso tra 0 e 2 possibilità di temporali isolati
  3. LI compreso tra -2 e 0 temporali abbastanza probabili
  4. LI compreso tra -4 e -2 possibilità di forti temporali
  5. LI minore di 6 altissima probabilitù di temporali anche molto forti

Va comunque detto che questo indice da solo vuol dire poco, va anche abbinato ai venti in quota e alle velocità verticali a 700 hpa per fare una previsione abbastanza dettagliata sui temporali. Quindi anche se questo indice può aiutare a capire se ci sarà o meno un temporale in realtà non è detto che ad un LI molto negativo corrisponda poi davvero un evento temporalesco. In pratica anche in questo caso la soluzione migliore è "guardar per aria" :-D

Published in Didattica Meteo

Buongiorno a tutti

Ci stiamo avviando verso un periodo meno instabile per tutta l'Italia. Dobbiamo attendere almeno fino a domani, ma poi per 2/3 giorni Italia070512sarà il sole a farci compagnia. L'alta pressione africana sta spingendo per prendere possesso dell'Europa Occidentale e coinvolgerà, a partire da mercoledì, tutta la nostra penisola. Fino ad allora permangono condizioni di instabilità soprattutto sulle regioni centro meridionali. Attenzione però perchè sul Nord-Europa prosegue la ciclogenesi e continue depressioni vengono "sfornate" da un VP che non sembra mollare la presa. Saranno queste depressioni a determinare verso il fine settimana un nuovo impulso instabile per le nostre regioni... ma di questo parleremo più avanti.

Veniamo ad oggi, dove al Nord Ovest e su gran parte del Nord Est sil sole sarà protagonista indiscusso. L'instabilità sarà relegata al Friuli e lungo le creste alpine del Nord-Est. E' molto improbabile, ma non è escluso, che quanche temporale si spinga lungo la fascia prealpina soprattutto in serata. L'instabilità maggiore invece riguarda il centro, dove i temporali dovrebbero coinvolgere soprattutto le regioni adriatiche, anche se le tirreniche (soprattutto Campania e Calabria non saranno immuni da deboli piogge). Le due isole maggiori invece godranno di tempo pi soleggiato e quasi ovunque privo di piogge.

Per quanto rigurarde le temperature saranno in aumento al Nord e sulle due isole maggiori, mentre al centro, nelle zone coinvolte dalle precipitazioni, saranno in leggero calo.

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti

Anche oggi sul Nord Italia, le regioni Centrali e la Sardegna saranno le precipitazioni a farla da padrone. Dopo che nella giornata di ieri i Italia060512forti temporali hanno spazzato gran parte del Nord-Italia con grandinate anche violente (vedi Milano) che hanno interessato molte zone della Pianura Padana ed una "spettacolare" tromba marina a Genova, oggi la situazione peggiorerà anche sulla Sardegna e sulle regioni centrali che ieri sono state risparmiata.

Su queste regioni le piogge sono già in corso, mentre attualmente sul Nord la situazione è un po' più tranquilla con la nuvolosità che a tratti viene "interrotta" da sprazzi soleggiati. LA situazione dovrebbe comunque peggiorare sul Nord-Est nel corso del pomeriggio, mentre sul nord-ovest le precipitazioni dovrebbero risultare più scarse e di carattere sparso. Al centro invece, soprattutto tra Toscana e Lazio sono previste precipitazioni anche di forte intensità con forti temporali nel pomeriggio.

Situazione completamente diversa invece al Sud dove sarà "quasi" estate. Quasi perchè le temperature saranno miti, ma il sole comunque sarà il protagonista indiscusso della giornata. Il tempo migliorerà per tutti a partire da Martedì quando si prospetta l'arrivo "del cammello" africano per qualche giorno!

Published in News dall'Italia

Page 1 of 3