Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Tue09222020

Last update

CAMEL O BALENA... NO CAMBIA NIENTE... DE PIOVER E FAR FREDO NOL GA' MIA EN MENTE

Eccoci arrivati alla nostra spiegazione semiseria su come volverá il tempo nella prossima settimana... perchè la domanda che tutti si pongono è : ma durelo ancora 09112015primasto caldo?!?! Se lo chiedono sia i caldofili che i par tutti arzilli in sti giorni dopo che nel mese di ottobre aveva fatto "ottobre" normale senza eccessi ma i parea tutti drio morir dal fredo, ma soprattutto se lo chiedono i freddofili che, dopo un ottobre giusto in cui semo ste anca contenti per aver visto el Baldo Bianco, adesso ne toca scainar n'altra olta per el TROPPO caldo. sottolineo TROPPO perchè effettivamente, dati alla mano ai 1500 metri di quota nel week end raggiungeremo temperature che SUPERERANNO le medie trentennali dei primi giorni di novembre di oltre 8/9 gradi... eh chelavaca per trovare temperature al di sotto delle medie di così tanto bisogna nar nel fil l'era glaciale 1 altro che endrio de qualche anno... comunque la risposta alla domanda l'è : bisogna aspetar almeno fin al 15 anche se già dal 12/13 caleranno (soprattutto in montagna) di qualche grado.

Quindi in realtà gò poco da dirve su come evolverà el tempo perchè struca struca... no cambia un casso! La roba più interessante l'è forse rappresentà nell'immagine relativa alla situazione prevista per lunedì dove vedemo chiaramente che se el caldo anomalo el scominsia con en cameleto piccolo piccolo... en realtà dopo el diventa "colpa" dela balena...l'altapressione azzoriana... allora mi digo. "Eh Balena ma maria stuarda te fato tutta istà lontanta a farte i affari toi te n'è lassà en balia del camel che el n'à cotto come na misteca de carne salà per settimane e settimane, non te tè degnà de salvarne e adesso...che sinceramente te podeve anca startene a casa tua, te vegne a romper i coioni a novembre?!?!?" ... ma va en mona va lassa pure che te lo diga dal profondo del cuore!
Quindi a parte l'alleanza balena cammello non cambierà niente quindi dovremmo attenderci tendenzialmente una settimana (almeno fino a giovedì/vererdì MA SEGUITECI TUTTI I GIORNI) stabile e anticiclonica, che si traduce in:

1) No piove che sia ciaro che non piove en maniera seria...ma anche en maniera da torne par el culo secondo mi... no non che dopo no vegna fora che piove massa (ma dopo quando el se desgropa tuto de un colpo vedaremo...)
2) Farà caldo durante el giorno en tutte le zone en cui ghè el sol
3) Perchè ho scritto "le zone in cui ghe el sol" perchè pol esser che en pianura se formi anca dei bei banchi de nebbia quindi ocio (ma ve avviseremo giorno per giorno no stasì preocuparve)
4) ala mattin farà molto fresco en pianura e pù caldo en montagna per vie dell'inversione termica (che come promesso da qualche giorno ve spiegarò cosa l'è ... o meglio perchè la ghè)

Ma prima de finir la sbrodolada...verdemo la seconda immagine. Alla latitudini più alte ghe un MAESTOSO VORTICE POLARE che però el gà un difetto... l'è massa forte... fin quando el VP de pol "serarlo" dentro en cerchio quasi perfetto e gnanca tanto grande vol dir che non el gà nessuna intension de "lanciarne" balote frede verso el mediterraneo ... al più se sbasse le temperature (e come scritto succederà verso metà mese) ma el fredo quelo vero non se lo vede miga... quindi caro VORTICE... date na calmada...rilassate e ogni tanto mola zò en po' de fredo che veder le piante che fiorisse a novembre l'è fora dala grassia del Signor.

Ciaoooo

Published in Analisi

Ebbenepioggiaprimavera2015 si proprio oggi inizia l'estate (meteorologica) 2015 ... c'è chi dice che sarà la più calda da quando hanno inventato i termometri, c'è chi dice che sarà fresca... io dico che non possiamo saperlo oggi come sarà l'estate soprattutto se volessimo saperlo per Verona eed in generale per la nostra provincia. Quindi per non perdere troppo tempo mi limito ad analizzare come è andata la primavera appena trascorsa...

Lo facciamo analizzando i dati ufficiali raccolti dall'aeronautica militare presso la stazione meteorologica di Villafranca... secondo me molti di noi avranno delle sorprese, soprattutto chi in questi ultimi tre mesi si è "lamentato" del Freddo...

FREDDOOOOOOO?!?! Ricordiamo che non viviamo in Marocco e che le temtemperatureprimavera2015perature medie nella primavera Veronese variano dai 20° di massima (in media) ai 12/13° di minima (in media) ... quindi ghe poco da dir...la primavera si è chiusa con un +1.85° rispetto alle medie del Periodo... su 90 giorni primaverili BEN 71 giorni hanno fatto registrare temperature al di sopra delle righe, 16 al di sotto e 3 giorni sostanzialmente in pari... se poi vogliamo parlare di maggio (sul quale ho sentito cose del tipo "mai sentio un fredo così a maggio...") beh l'ultimo mese privaverile è quello che ha contribuito ad alzare la media ...con +2.05 gradi sopra le medie... Ovviamente non sono cose che dovrebbero stupirci visto che, a parte l'estate scorsa, poi tutte le stagioni sono state abbondantemente sopra media...ma almeno non dovremmo "lamentarci" del freddo ah ah ah .

Poi c'è chi si anche lamentato del "piove sempre" (io aggiungo un piove "quasi" sempre nel week end...perchè è spesso stato così)... ma anche questa percezione (di molti ...ma non ad esempio da chi sull'acqua piovana fa affidamento per la propria attività) di primavera piovosa è un "mito" destinato a crollare... eh si perchè nei tre mesi estivi primaverli sono caduti 117,4 con un deficit rispetto alle medie di oltre 71 millimetri... in pratica manca un mese di pioggia. Ovviamente non è una situazione preoccupante (per ora) ma considerando la poca neve caduta in montagna nello scorso inverno e la poca pioggia caduta in primavera la situazione merita un po' di attenzione.

Ovviamente ci sono zone dove è piovuto di più ...come la Lessinia... ma ricordiamoci che sulle nostre montagne in genere piove più del doppio rispetto alle zone di pianura.

Bon dai finito... adesso inizia l'estate e come detto ieri inizierà col botto... in maniera molto simile a quella del 2014...con una bella fiammata africana (che ovviamente farà registrare temperature al di sopra delle medie) ... poi vedremo. CI ritroveremo a settembre a tirare le fila su come sarà trascorsa questa estate
ciaooooooooooo

 

Published in Editoriali

Buongiorno a tutti!

Prosegue anche oggi l'attacco all'anticiclone ma almeno per qualche giorno permarranno condizioni di "bel tempo"..ma Italia310312vediamo cosa sta acadendo. Come scrivevo ieri, l'anticiclone ormai è preso tra due fuochi. L'attacco più deciso all'altapressione sta avvenendo da Est dove l'enorme depressione di origine Artica ormai ha preso possesso dell'Europa Centro Orientale e si spinge fin sui Balcani. Questa saccatura sta spingendo verso le Alpi aria più fredda che produce lungo le creste alpine nuvolosità più compatta che ha la capacità di portare nevicate a quote comunque alte e come ieri la neve non cadrà al di sotto dei 1500 metri. Si tratta comunque di nevicate deboli e sparse.

A sud, lungo le valli alpine e la pianura Padana quest'aria fredda darà luogo a venti di Foehn che anche oggi faranno si che le temperature siano piuttosto alte per il periodo e spesso al di sopra dei 25/26° anche nella nostra zona. Dall'Immagine satellitare notiamo inoltre che il nord est è attraversato da una nuvolosità alta e sottile che non ha però la forza di portare precipitazioni, quindi anche per oggi nessuna pioggia sull'assetato Nord-Est. Un altro attacco all'alta pressione è portato da ovest da alcune gocce fredde che pur non avendo la forza di giungere fin sull'Italia stanno convogliando verso la nostra penisola correnti umide atlantiche che sono la causa delle velature e delle nebbie che si vedono sulla Liguria e lungo le coste tirreniche. A sud invece si può notare una nuvolosità stratificata in transito sulla Sicilia sempre dovuta all'apporto di aria umida, ma anche in questo caso non sono previsti fenomeni.

Insomma almeno per oggi i cieli pur essendo più disturbati dalla nuvolosità sparsa e sottile rimarranno per lo più soleggiati. Le temperature saranno al nord e sulle regioni tirreniche sempre al di sopra delle medie del periodo, altrove sono previste invece più vicine a valori consoni per il periodo. Detto ciò possiamo però dire che ormai l'attacco all'anticiclone è iniziato e a quanto pare si concretizzerà già a partire da Mercoledì con le prime piogge...vedremo quanto sarà incisivo l'attacco nei prossimi aggiornamenti.

 

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti!

Come scrivevo ieri nel "Buongiorno" la situazione barica Europea sta mutando. L'Altapressione resiste ma non è più così in forma come i Italia300312giorni scorsi e sta lentamente arretrando verso Ovest. Se ricordate, la settimana scorsa avevo scritto che i "pericoli" più grossi per la resistenza anticiclonica sarebbero arrivati da Est, e sembra che sarà proprio così. Infatti già ieri avevamo osservato come la depressione che fino a qualche giorno fa se ne stava buona sulle Repubbliche Baltiche, ora stia estendendo la sua influenza più ad Ovest. Oltre a questa depressione ci sono altri "attacchi" all'Altapressione che provengono da Ovest ma sono "più blandi" e determinano suelle nebbie che vediamo lungo i litorali Liguri e Tirrenici e quelle sottili velature sulla Sicilia, il grosso dell'attacco all'Anticiclone è ad Est. Che conseguenze avrà? Mah di certo farà "percepire" sulle regioni del Nord di essere in estate e non a fine Marzo, perchè anche oggi come ieri le temperature in certe zone toccheranno i 28°/29°, ma non per la forza dell'anticiclone, ma perchè l'aria fredda che è "governata" dalla depressione sul Centro Europa andrà a "sbattere" contro le Alpi e nella sua discesa verso la Val Padana attiverà il Foehn e questo ovviamente porterà aria secca e calda in pianura e consentirà al cielo di rimanere sereno per tutto il giorno. Qualche nuvola potrà transitare sul Nord Est ma saranno innocue. Più probabile la formazione di nuvolosità più minacciosa sulle creste alpine con nevicate (deboli) a quote via via più basse (attualmente siamo attorno ai 1800 metri come quota dello zero termico). Anche gli appennini a causa delle correnti umide da ovest vedranno una certa cumulo genesi ma è molto difficile (anche se non improbabile) che vi siano fenomeni precipitativi. LE temperature al nord saranno al di sopra della media, come sulle regioni centrali tirreniche, altrove farà un po' più fresco.

 

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti!

La situazione rispetto ai giorni scorsi sembra apparentemente immutata oservando l'immagine allegata al post, dove si Italia290312vede chiaramente come l'Italia continui ad essere sotto l'influenza dell'Anticiclone. Ma come dicevamo nell'articolo di apertura di Martedì, l'altapressione Azzorriana sta spostando i suoi massimi ancora più ad Ovest, al largo delle Isole Britanniche e questo, sta dando spazio alla depressione che nei giorni scorsi stazionava sulle Repubbliche Baltiche di estendersi anche essa verso Ovest. Questa "estensione" fa si che le Nubi che prima riuscivano a raggiungere solo i Balcani, ora riescano a puntare con più decisione anche la catena Alpina. La prima nuvolosità l'ho evidenziata nell'Immagine. 

Questo cosa comporterà? beh sicuramente ci saranno dei fenomeni oltre alpe in Svizzera e Austria ma una nuvolosità piuttosto minacciosa potrà interessare anche le zone di confine di Lombardia, Trentino, Veneto e Friuli con precipitazioni sparse. Sulle Valli alpine Italiane invece si attiveranno correnti Favoniche, attivate dalle correnti fredde che giungeranno assieme alla nuvolosità. Tali correnti, lungo le creste alpine faranno abbassare  la quota neve mentre in pianura al nord potrebbero far aumentare le temperature per l'attivazione del Foehn. Le temperature quindi al Nord potrebbero risultare in leggero aumento mentre altrove rimarranno su valori di ieri.

Il cielo, salvo sulle Alpi, sarà limpido ovunque e non sono previsti fenomeni

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti!

La situazione rispetto a ieri non cambia di molto. Infatti l'altapressione azzorriana, pur avendo spostato i suoi massimi ormai da Italia270312qualche giorno sulle Isole Britanniche, continua e continuerà anche nei prossimi giorni ad influenzare il tempo sulle nostre regioni. Le perturbazioni Atlantiche non riuscono a "scalfire" il muro anticiclonico e quindi viaggiano a latitudini piuttosto elevate senza interessare il Mediterraneo Centrale e quindi la nostra Penisola.

Solo il "fianco" di sud-est dell'Italia risulta scoperto in quanto un'estesa depressione situata sul bordo orientale del suddetto anticiclone, riesce a far confluire sui Balcani aria più fresca che riesce, anche se a stento, ad entrare sulle nostre regioni meridionali facendo si che le temperature in quelle zone siano in linea con le medie del periodo. Altrove invece (regioni tirreniche, Sardegna e Nord-Italia) tali correnti nord-Orientali non arrivano determinando così temperature piuttosto elevate per il periodo con punte che localmente potrebbero tranquillamente superare i 25° soprattutto in quelle zone "sottovento" dove potranno attivarsi correnti favoniche (Lazio, Toscana in primis).

Al di la delle temperature comunque lo stato del cielo sarà generalmente sereno salvo su Calabria, Sicilia e Sardegna, dove nel corso del pomeriggio potrebbe aver luogo la formazioni di cumuli che in tali regioni potranno dare luogo ad isolati acquazzoni. Anche lungo le alpi occidentali e l'appennino centrale potranno avere luogo cumulogenesi ma sono esclusi fenomeni. Tale situaione permarrà almeno fino al weekend, salvo cambiamenti improvvisi attualmente non prevedibili.

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti!

I temporali che ieri hanno toccato alcune zone interne del Centro sud e la fascia pre-alpina del Nord Italia, portando uno scroscio di Italia260312pioggia anche Caprino Veronese nel primo pomeriggio con un accumulo modesto di 1.4mm, sono stati provocati come abbiamo scritto ieri, dal confluire sull'italia della ormai dissolta goccia fredda, che "scontrandosi" con i venti più freschi provenienti da est che scorrevano lungo il bordo orientale dell'anticiclone, ha determinato l'instabilità che da giorni era prevista. Oggi gli effetti della goccia fredda non ci saranno, ma quelli dei venti nord orientali si. Tali effetti si tradurranno in un momentaneo calo termico, soprattutto sulle regioni adriatiche e al sud, mentre al Nord e sulle regioni tirreniche, le stesse correnti potranno attivare condizioni favoniche (foehn) con temperature che localmente potranno toccare anche i 25°.

Per quanto riguarda invece la condizione "del cielo" c'è da dire che attualmente, se escludiamo deboli piogge sulla Sicilia Orientale, il cielo risulta sgombro da nubi e molto probabilmente per gran parte dell'Italia lo rimarrà per tutto il giorno. Come detto l'instabilitù portata dalla goccia fredda va scemando e quindi non si avranno nella giornata di oggi temporali estesi come ieri. Non è comunque da escludere che sulle Zone Alpine e lungo gli appennini si formino le classiche nubi cumuliformi ma potranno portare piogge probabilmente solo lungo l'appennino meridionale e la Scilia.

Published in News dall'Italia

Buongiorno a tutti!

Abbiamo visto ieri che la goccia fredda proveniente dalla Penisola Iberica ha raggiunto le nostre regioni, apportando nel pomeriggio i Italia250312primi temporali di tipo convettivo della stagione 2012, nonostante sia giunta a noi piuttosto indebolita. Nella giornata di oggi questa goccia fredda, sarà definitivamente dissolta grazie anche ad un afflusso, sulle nostre regioni orientali, di deboli correnti più fresche provenienti dai Balcani. Queste correnti più fresche, associate al fatto che comunque nel corso della giornata di oggi le temperature saranno ancora piuttosto alte per il periodo (massime oltre i 20 gradi in molte regioni Italiane) e al fatto che i massimi altopressori sono posizionati sule isole Britanniche e quindi sulla nostra penisola i geopotenziali in gioco saranno piuttosto bassi, determineranno la possibilità che soprattutto nelle zone interne a ridosso dei rilievi del Centro e sulla fascia prealpina del Nord-Est si formi qualche debole temporale nelle ore più calde del giorno.

Le zone più "rischio"  potranno quindi essere localizzate longo la dorsale appenninica centro-meridionale, poi il Lazio (come già accaduto ieri), la Toscana, la Campania e la Calabria tirrenica. Al Nord invece potremmo avere dei deboli fenomeni in Piemonte, Alta Lombardia, Trentino (soprattutto nella parte sud occidentale) e le Prealpi Venete. Si tratta comunque di fenomeni che hanno il 60% di probabilità di verificarsi e quindi non mancheranno gli spazi soleggiati anche se nelle zone sopra elencate sarà il caso di portare con sè l'ombrello :-)

Published in News dall'Italia

Lo dicevamo da qualche giorno, quella di oggi sarebbe stata  la giornata giusta per la formazione dei primi temporali convettivi della primavera 2012. Già in mattinata guardando la mappa relativa alle fulminazioni in Europa, si notava come la zona di mare tra la Sardegna e la Corsica fosse "densa" di fulmini a prova del fatto che le nuvole visibili dal satellite erano nubi temporalesche che si stavano muovendo da ovest verso est.

Il "merito" di questa prima instabilità temporalesca è della goccia fredda che nei giorni scorsi stazionava sui Pirenei, e che oggi è giunta verso di noi ormai "sfilacciata"  ma anche se "debole" la goccia fredda ha portato però con sè una certa instabilità che come abbiamo visto si sta manifestando nei primi temporali che dalla Sargegna hanno, nelle prime ore di questo pomeriggio, interessato il Lazio, e tutta la dorsale appenninica, nonchè le prelapi Venete e molte zone di montagna del Trentino Alto Adige.

E' ancora da capire se questi fenomeni si spingeranno fino in Pianura, ma la giornata forse più propizia affinchè questo accada è la giornata di domani, quando l'aria più fresca in ingresso da nord-Est si "scontrerà" con l'aria più mite proveniente da ovest favorendo in modo più accentuato la formazione di nubi cumuliformi e quindi possibili temporali pomeridiani.

Di seguito alcune immagini che dimostrano quanto appena scritto:

PRECIPITAZIONI SUL CENTRO NORD:

nowcast

FORMAZIONI CUMULIFORMI SULL'ITALIA

temporali240312

FULMINAZIONI ITALIA

fulmini blitz lamma zoom 30min

SITUAZIONE A CAPRINO VERONESE

A Caprino Veronese si possono vedere le formaioni cumuliformi presenti sulla Lessinia che hanno determinato alcune fulminazioni e un breve rovescio circa un'ora fa, sicuramente la situazione è interessante da capire se nelle prossime ore qualche temporale sconfinerà in Pianura oppure no

temp1temp2

Published in Eventi Meteorologici

Buongiorno

Guardando l'immagine dal satellite, apparentemente la situazione può sembrare del tutto simile a quanto visto nei giorni scorsi. Nuvolosità Italia240312alta e sottile e innocua che interessa molte zone italiane. Ci si accorge che in realtà non è così, se si va a vedere, ad esempio, la mappa relativa alle fulminazioni in Europa, dove si vede che in realtà la nuvolosità presente tra la Sardegna e la Corsica è "densa" di fulmini a prova del fatto che si tratta di nuvole temporalesche che si stanno muovendo da ovest verso est. Il motivo di questo cambiamento lo abbiamo detto già ieri. La goccia fredda che nei giorni scorsi stazionava sui Pirenei, sta giungendo verso di noi  ormai "sfilacciata" e poco incisiva in quanto è "stretta" all'interno di un forte campo altopressorio che domina la scena, e quindi non arriverà in Italia con la forza necessaria per portare quel peggioramento deciso che al Nord e sulla Toscana, sperano in molti. Anche se "debole" la goccia fredda reca però con sè una certa instabilità che come abbiamo visto si sta manifestando nei primi temporali. Questi fenomeni potranno manifestarsi nel corso del Pomeriggio anche sulle regioni centrali soprattutto lungo la fascia appenninica e lungo le Alpi Liguri. Al Nord-Ovest invece non sono previsti fenomeni, mentre al Nord Est lungo la fascia Alpina e Prealpina non è escluso che nel pomeriggio si possano manifestare acquazioni sparsi ma di lieve entità. Gli indici temporaleschi non sembrano comunque essere favorevoli allo sviluppo di temporali, soprattutto al Nord. Le temperature risulteranno in leggero calo nei vaoli massimi, soprattutto nelle zone in cui si avrà la nuvolosità più compatta.

Published in News dall'Italia

Page 1 of 3