Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Sun12172017

Last update

PERCHE' ALA MATTINA PRESTO EN PIANURA GHE' SBORO E SUL BALDO GHE ZA' CALDO?

L'è capità più de na olta nelle ultime settimane che dandove el buongiorno ho scritto "Brumade en pianura e temperature più calde en montagna per effetto dell'inversione termica" ... Questo el par strano perchè i n'à ensegnà che quando se va en montagna bisognaria cuertarse perchè ghè più fredo e spesso quando en inverno piove a Verona sul Baldo arriva la neve quindi se ala mattina me sveio e en pianura ghè zero gradi me emmagino che sul Baldo (o en Lessinia l'è stesso) ghe sia un fredo becco... envese arriva el selvadego de Meteo Caprino a dirve che se volì nar sul Telegrafo ve convien partir legerini...

En condizioni normali è vero quel che tutti i pensa ossia che man man che ne alsemo de quota le temperature le cala... e generalmente le temperature le cala de 6/7 gradi ogni 1000 metri...quindi en pratica se a Verona ghè 10 gradi a Bosco ghe ne saria 3/4. La temperatura la cala con l'altezza perchè... l'aria a contatto con el terreno, ghe grassie al sol l'è caldo, la tende a scaldarse. Scaldandose la tende a salire (lo savemo tutti che l'aria calda la tende a star en alto) .... man man che l'aria la va sempre più in alto diminusce la pressione atmosferica che le schissa... quindi sa succede, che l'aria la taca a "espanderse" ... e espandendose, la cede calor ... e di conseguenza ela la se rinfresca ... La prima immagine mostra questa situazione "normale" ....notare l'artista che è in me...

Ma ormai avemo capio che con el tempo ghe sempre qualcosa da imparar e quindi esistena anche el caso in cui l'aria man man che se va in alto invese de calar de temperatura, succede el contrario ossia che la se scalda (rispetto al terreno). Questo fenomeno el se ciama appunto INVERSIONE TERMICA.

Questo accade soprattutto in inverno per tre motivi:
1) El sol l'è basso all'orizzonte e quindi el fa fadiga a scaldar el terreno perchè i raggi i ariva de sbiego
2) I Giorni iè più curti quindi el sol el scalda meno...la notte l'è più longa e el terreno el se scalda meno
3) Pol capitar che a terra ghe sia la neve e che quindi per el cosiddeto effetto albedo el terreno el sia fredo engiassa

inversione

Tutti i motivi appena descritti i fa si che l'aria al contatto con el terreno la sia MOLTO più fredda del normale e che quindi la sia più fredda de quella ch

e ghè nei primi metri sora le nostre teste...

se poi ghe metemo che anche la montagne de notte la se raffredda e l'aria fredda al contatto con i pendii essendo più densa e pensante la se scrioltola verso valle "scansando" l'aria più calda che ghè a quote più basse... che quindi la sale de quota scaldando l'aria en montagna... ensomma l'è un bel casotto ma sta de fatto che succede quel che v'ho appena scritto.

Le cause dell'inversion termica iè che l'atmosfera l'è talmente stabile (l'è instabile quando l'aria fredda l'è in quota ...) che non ghè movimento de aria...e questo fa si che se possa formar dei bei nebbioni ma soprattutto che envesse de respirar aria sana, se finissa col respirar "merda" ... lo smog infatti ristagna nell'aria per la gioia dei nostri polmoni... La seconda immagine mostra cosa accade con l'inversione termica!

Condividete se vi va!! Emoticon smile
Grazieeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

Published in Didattica Meteo

Da qualche giorno in giro sui siti meteo importanti si legge del ritorno dell'estate (si si ok...non c'è mai stata etc. etc. ) a partire diciamo da domenica... andando a vedere le mappe a livello Europe si vede sicuramente un timido tentativo di un'alta pressione "africana" di appropriarsi del mediterraneo centrale e quindi di parte dell'Italia..

balota

il tentativo lo vediamo nella prima immagine e la dinamica è questa.

1) Balota giala che dall'ISLANDA si porta verso le AZZORRE
2) "l'africano" irriato dalla balota giala si sposta verso nord prendendo di striscio l'Italia

Perchè di striscio? perchè a EST ghè Balota Verde...el terso encomodo, che non consente uno spostamento più ad est dell'africano.balotaa

Ora ragazzi NON aspettiamoci che torni davvero l'estate... mi sento di escludere temperature al di sopra dei 30° (magari li tocchiamo e li superiamo di poco a metà della prossima settimana nelle occasioni in cui il sole sarà presente) ...magari un po' di afa si. Come vediamo infatti le temperature rispetto ad oggi sono si previste in aumento, ma di pochi gradi. Ma saranno giornate completamente soleggiate? sicuramente più di quelle che abbiamo visto negli ultimi giorni ma un po' di variabilità ce l'avremo ancora... anche se meno marcata... quindi meno rotture de cojoni.

Quanto durerà? 3/5 giorni...guardando le mappe oggi...ma dipende molto da "balota verde" ...se si spostasse più a sud ... Beh sti cassi... configurazione ad Omega e altapressione imprigionata in quella posizione per più giorni (quindi anch etemperature che potrebbero salire) ... se invece rimane li l'altapressione avrà vita breve spianata dall'ennesima "ruspa atlantica" che potrebbe giungere a metà mese... ma qua siamo nella fantameteorologia e non ne parlo

Per ora diciamo che arriva un po' più del caldo, un po' più de sol... e potrebbe sembrare sembrare estate se paragonata ad alcuni periodi vissuti in Luglio e Agosto

Published in Analisi

''In Italia statisticamente si originano circa 2000 terremoti l'anno . Il nostro e' un Paese sismicamente vulnerabile, con mappa opcm3519edificati in larga parte ancora poco idonei a resistere bene ai terremoti e/o ubicati in zone geologicamente poco idonee''. Affermazioni chiare quelle del geologo siciliano Gian Vito Graziano , presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi. ''Non bisogna dimenticare che nel nostro territorio, sono state individuate ben 36 diverse zone sismogenetiche, nelle quali, statisticamente, si originano circa 2000 terremoti l'anno - ha affermato Giovanni Calcagni' del Consiglio Nazionale dei Geologi (CNG) - aventi magnitudo superiore ai 2.5 gradi Richter. Di questi duemila eventi sismici almeno uno all'anno, e' sopra la soglia del danno significativo, compreso quindi tra 5 e 6 gradi ed uno ogni 10-20 anni e' gravissimo, tra 6 e 7 gradi Richter. La situazione dunque e' notevolmente seria e preoccupante''.

'' Ben 4.600 morti per terremoti, 500.000 senza tetto e 150 miliardi di euro spesi per il dopo emergenza. Questi sono i dati riguardanti l'Italia ed esattamente gli ultimi 40 anni.

Adesso pero' qualcosa si sta muovendo. Sul fronte della prevenzione sismica - ha proseguito Giovanni Calcagni',Consigliere Nazionale dei Geologi - nel nostro Paese e' in atto un'importante iniziativa su tutto il territorio nazionale, coordinata e controllata dal Dipartimento Nazionale Protezione Civile, per finanziare il rafforzamento degli edifici strategici e di procedere alla realizzazione degli studi di microzonazione sismica a scala comunale, dell'intero territorio italiano'

Fonte : ASCA

Published in Terremoti e Vulcani

Buongiorno a tutti

Inizia oggi la settimana che traghetterà l'Italia verso la fine di questa intensa e storica ondata di maltempo che dal 1° Febbraio sta interessando gran parte Italia130212del nostro territorio (solo il  Nord-Est è in pratica rimasto fuori dai giochi... se escludiamo la forte Bora che ha portato enormi disagi a Trieste e qualche sporadica e debole nevicata). Lucina si sta allontanando, Wejikoff è crollato e quindi la circolazione atmosferica è destinata a cambiare favorendo un affondo più deciso verso il Mediterraneo Centrale dell'Anticiclone delle Azzorre. Ma veniamo alla giornata di oggi. Al Nord il cielo sarà in prevalenza sereno o a tratti velato ma senza precipitazioni se si escludono possibili fiocchi sul Tarvisiano. Le temperature sono comunque polari in gran parte della Pianura Padana, con minime che hanno raggiunto i -12° in Piemonte e in alcune zone della Lombardia. La presenza del sole comuqnue farà rialzare le temperature diurne a valori positivi di qualche grado. Stessa cosa per quanto riguarda le regioni centro tirreniche con ampie schiarite e fenomeni scarsi più possibili lungo la dorsale appenninica. Sulle regioni adriatiche finalmente si tira un sospiro di solievo in quanto le nevicate residue tra marche e romagna lasceranno spazio al zole e ad un graduale rialzo termico. Sulle regioni meridionali e sulle Isole invece il tempo potrebbe esser più perturbato con nevicate anche moderate in Calabria e Sicilia a quote collinari ed in puglia qualche fiocco fino in pianura. Sulla sardegna invece tempo in miglioramento ma con qualche probabilità di pioggia e nevicate sparse dalla serata. Da domani ulteriore miglioramento con temperature sempre più vicine alle medie stagionali, solo le zone alpine di confine potrebbero vedere cadere la neve a causa dell'avvicinarsi di aria fredd da nord.

Published in News dall'Italia