Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Mon10212019

Last update

Mentre noi al Nord Italia, sopratutto in Pianura Padana, stiamo ancora aspettando di vedere la prima VERA neve dell'inverno 2011/2012 e stiamo gridando al2403723 miracolo perchè la pianura negli ultimi giorni, grazie alla nebbia e alle temperature rigide, ci ha regalato galaverna e neve chimica come se fossero una gran figata, c'è chi invece deve davvero gridare al miracolo per quello che è successo il 17 Gennaio in Algeria. Infatti una goccia predda, separatasi da un onda ciclonica proveniente dall'Islanda in prossimità della penisola Iberica, si è diretta verso l'Algeria occidentale portando deboi nevicate fin nel deserto come possiamo vedere ne video in calce al post.... sembra davvero che in questo inverno per ora magro di soddisfazioni per noi, il mondo si sia capovolto! Il maltempo ha interessato i monti dell'Ahggar, sul sud-est della regione, ma martedì le precipitazioni hanno interessato la zona dell'Erg Occidentale, ai piedi dell'Atlante. Con grande clamore e sorpresa, è caduta la neve nella regione di Bechar (la foto si riferisce proprio a questa zona), dove la popolazione locale si è trovata così ad osservare cadere la neve nella sabbia dorata, in una zona in cui è già difficile vedere la pioggia visto che si tratta di una regione comunque molto arida...vabbè che dire se non BEATI LORO!!

Published in News dal Mondo

Questa mattina le temperature, come previsto ormai da qualche giorno, hanno ricominciato a salire soprattutto in montagna e questo 2012-01-18perchè, l'anticiclone azzorriano è tornato a "premere" sull'Italia. Esso era stato relegato sull'Europa nord occidentale dall'affondo artico iniziato nel week end che ha interessato nei giorni scorsi soprattutto l'area Balcanica, ma che ha avuto effetti anche sulla nostra penisola, con nevicate sulle regioni centro meridionali adriatiche e temperature gelide su gran parte della Pianura Padana con episodi di galaverna e neve chimica. Il rialzo delle temperature è cominciato già da ieri sera quando a Caprino siamo passati dai -5.3° delle 22.30 ai -3.3° di mezzanotte, ma il rialzo maggiore si avrà nella giornata di oggi soprattutto in montagna in quanto, il fenomeno dell'inversione termica e la presenza comunque della Nebbia anche molto fitta (l'immagine allegata si riferisce all'Autostrada del Brennero tra Affi e Verona Nord alle 7.30 di questa mattina con visibilità inferiore agi 80 metri...poi migliorata notevolmente scendendo più a sud), consentirà alle zone di pianura di avere ancora temperature al di sotto dello zero anche se con valori leggermente più alti dei giorni scorsi. Vediamo quindi un po' di temperature registrate nella nostra zona questa mattina attorno alle 7:

  • Caprino Veronese -3.4°
  • Ceredello -4.8°
  • Bran -5.8°
  • Affi Paese -6.1°
  • Affi Centro Commerciale -4.6°
  • Pastrengo -4.4°
  • Bussolengo zona industriale -5.1°
  • Verona Nord -5°

La giornata comunque si presenterà ancora una volta soleggiata e le nebbie tenderanno a diradarsi nelle ore più calde del giorno per poi tornare in serata. Le temperature massime subiranno un lieve incremento in pianura, ma soprattutto in montagna in quanto le termiche in quota sono ben al di sopra dello zero...insomma siamo tornati alla "normalità" per questo inverno che ancora non vuole decollare.

 

Published in News Locali