Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Mon10212019

Last update

Buongiorno a tutti

Sul Nord Italia (Se vogliamo essere precisi al Nord-Ovest) sta per ricominciare, anzi in alcune località ha già cominciato, a nevicare. Questo è dovuto al Italia310112fatto che. dalla Francia sta per piombare sul mediterraneo una perturbazione che dovrebbe nelle prossime ore generare un minimo depressionario sul mar ligure in grado di alimentare il maltempo su gran parte della nostra penisola. Le zone maggiormente colpite da questa perturbazione saranno come il week end scorso, il Nord Ovest con un maggiore interessamento dell'Emilia Romagna e poi, a seguito del rapido spostamento verso Sud-Est del suddetto minimo, la Sardegna e le regioni centro meridionali. Per quanto riguarda il Nord-Est sono attese le nubi ma le preipitazioni (dove presenti) saranno davvero molto deboli. La differenza sostanziale rispetto a quanto accaduto nel weekend, sta nel fatto che oggi le correnti in gioco provenienti da Est sono molto più fredde e questo determinerà precipitazioni che su tutto il nord (la parte coinvolta dalle precipitazioni ovviamente) saranno nevose fino al piano (quindi neve anche in Liguria ed Emilia Romagna lungo le coste). Per quanto riguarda invee le regioni centrali meridionali e la Sardegna, le precipitazioni nevose, saranno inizialmente relegate a quote collinari che via via scenderanno nel corso della giornata, quando l'afflusso di aria fredda di origine siberiana sarà più marcato. Le temperature ovviamente sono in forte calo soprattutto nei valori massimi e si manterranno anche in pianura al nord su valori prossimi allo zero.

Published in News dall'Italia

Facciamo un po' il punto sull'ultimo terremoto che ha colpito il Nord Italia nella giornata di oggi poco prima dell 16. Lo ricordiamo, la magnitudo è stata di "ben" 5.4° (seguita poi da altre di assestamento, più lievi), e si posiziona subito dietro il terremoto de L'Aquila come intensità. Per far capire, la portata cogozzo-512x369dell'evento, basti pensare che è stato "udito" dalla Svizzera all'Umbria. La grande profondità (oltre 60Km) ha però impedito fortunatamente che vi potessero essere più danni di quelli che i rilievi effettuati subito dopo il sisma, hanno messo in evidenza.

A seguito del sisma, le Ferrovie dello Stato hanno temporaneamente sospeso la circolazione sulla Milano-Bologna (appena venti minuti sull'Alta Velocità) per permettere alle squadre tecniche di Rfi la verifica di binari, ponti e viadotti, controlli estesi ad altre linee della zona: Parma-La Spezia, Lucca-Pistoia, Modena-Verona.

I danni maggiori si sono avuti alla Reggia di Colorno , già lesionata mercoledì: tre statue sono cadute dalla facciata al suolo, così come delle balaustre di balconate già danneggiate due giorni fa. Ulteriori verifiche di vigili del fuoco e protezione civile sono state disposte su volte e solai, terr271per capire se ci sono state lesioni profonde. Alcune famiglie sono state fatte evacuare dalle loro abitazioni a seguito della comparsa di crepe rilevanti nella mura a Castelnovo. Crolli di calcinacci, tegole e presenza di crepe nelle abitazioni sono comunque segnalate in molte delle zone "colpite" dal sisma, anche se molto distanti dall'epicentro, si segnalano infatti danni a Cogozzo di Viadana (MN) dove sono precipitate al suolo alcune pietre dalla facciata della chiesa, ma anche a Verona, in centro storico. In via Augusto Verità, in zona Duomo, sono caduti calcinacci e alcune tegole dal tetto di un palazzo.I vigili del fuoco sono intervenuti per mettere in sicurezza la zona. Pare che i calcinacci si siano staccati da un attico disabitato, uguale la situazione in via Monte Ortigara, danneggiato un altro palazzo, fortunatamente senza gravi conseguenze.

Non sono comunque segnalati feriti se non alcuni contusi ma non direttamente a causa del terremoto ma a seguito della fuga che è scaturita, subito dopo la scossa, in molte Zone del Nord Italia. Domani. Per precauzione le scuole nella provincia di Parma, rimarranno chiuse.

 

Published in News dall'Italia

Una forte scossa di terremoto ha colpito ancora una volta il Nord Italia. L'epicentro del sisma è stato localizzato in Emilia Romagna/Toscana tra usc0007sgd ciimle province di Parma e Massa Carrara. La scossa avvenuta alle 15.53.13 ora Italiana, ha avuto una Magnitudo tra i 5.3° e i 5.4° (dati provenienti da due diverse fonti). E' stata avvertita su tutto il Nord Italia ed a Milano alcune aziende hanno iniziato ad evacuare precauzionalmente i loro dipendenti. Ovviamente allo stato attuale non è possibile sapere se vi sono danni a cose o persone. Nelle due immagini allegate al post potete vedere la mappa che mostra l'epicentro e la scossa registrata dagli strumenti di Mantova. Alle 16.20 si segnala che centinaia di telefonate sono arrivate alle sale operative dei vigili del fuoco, dalle zone interessate dal terremoto. Al momento però non sono arrivate richieste di soccorso nè sono stati segnalati danni. Le squadre dei vigili del fuoco sono comunque uscite di propria iniziativa per verificare la situazione.

Ecco il bollettino emesso da INVG:

"Un terremoto di magnitudo(Ml) 5.4 è avvenuto alle ore 15:53:13 italiane del giorno 27/Gen/2012 (14:53:13 27/Gen/2012 - UTC).
Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV nel distretto sismico: Frignano.
I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo."

I comuni entro i 20KM sono :

  • BERCETO (PR)
  • CORNIGLIO (PR)
  • CALESTANO (PR)
  • MONCHIO DELLE CORTI (PR)
  • PALANZANO (PR)
  • SOLIGNANO (PR)
  • TERENZO (PR)
  • TIZZANO VAL PARMA (PR)
  • VALMOZZOLA (PR)
  • BAGNONE (MS)
  • FILATTIERA (MS)
  • PONTREMOLI (MS)
Magnitudo(Ml) 5.4
Data-Ora 27/01/2012 alle 15:53:13 (italiane)
27/01/2012 alle 14:53:13 (UTC)
Coordinate 44.483°N, 10.033°E
Profondità 60.8 km
Distretto sismico Frignano


Di seguito i dati ufficializzati da US Geological Survey (Ente Americano)

Magnitude 5.3
Date-Time
  • Friday, January 27, 2012 at 14:53:13 UTC
  • Friday, January 27, 2012 at 03:53:13 PM at epicenter
Location 44.535°N, 10.074°E
Depth 59.8 km (37.2 miles)
Region NORTHERN ITALY
Distances
  • 35 km (22 miles) SSW (213°) from Parma, Italy
  • 92 km (57 miles) E (80°) from Genova, Italy
  • 100 km (62 miles) W (273°) from Bologna, Italy
  • 203 km (126 miles) WNW (291°) from SAN MARINO
Location Uncertainty horizontal +/- 12 km (7.5 miles); depth +/- 9.2 km (5.7 miles)
Parameters NST=194, Nph=199, Dmin=49 km, Rmss=1.14 sec, Gp= 22°,
M-type=body wave magnitude (Mb), Version=7
Source
  • Magnitude: USGS NEIC (WDCS-D)
    Location: USGS NEIC (WDCS-D)
Event ID usc0007sgd

 

Sismografo di Mantova

scossa

Published in News dall'Italia

Cominciamo bene... è da poco passata mezzanotte e si registra la prima scossa legata allo sciame sismico in corso da questa mattina nella zona map loc t5compresa tra le province di Reggio Emilia e Parma. La scossa appena registrata è stata di Magnitudo 3.3 e si è generata ad una profondità di 32.4 Km ovviamente non è possibile sapere al momento e vi sono danni in aggiunta a quelli registrati dopo le scosse avvenute in matitnata.

L'elenco dei comuni all'interno di un raggio di 10Km  dall'epicentro sono:

  • POMPONESCO (MN)
  • VIADANA (MN)
  • SORBOLO (PR)
  • BORETTO (RE)
  • BRESCELLO (RE)
  • CAMPEGINE (RE)
  • CASTELNOVO DI SOTTO (RE)
  • GATTATICO (RE)
  • POVIGLIO (RE)

 

Di seguito il comunicato emesso dal INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia)

"Un terremoto di magnitudo(Ml) 3.3 è avvenuto alle ore 00:01:06 italiane del giorno 26/Gen/2012 (23:01:06 25/Gen/2012 - UTC).
Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV nel distretto sismico: Pianura_padana_lombarda.
I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo.
"

Dati evento:

  • Magnitudo : 3.3M
  • Data e Ora : 26/01/2012 alle 00:01:06 (italiane)
  • Coordinate : 44.875°N, 10.53°E
  • Profondità : 32.4 km
  • Distretto Sismico : Pianura_padana_lombarda
Published in News dall'Italia

La terra è tornata a tremare al Nord Italia poco dopo le 9 di questa mattina, questa volta con epicentro nel Reggiano. Dopo che la notte scorsa uno sciamemap loc t4 sismico ha interessato la Valpolicella (VERONA) questa mattina è toccato alla Pianura Padana Emiliana. La scossa è stata di magnitudo 4.9  (5.1 per alcune fonti) ed ha avuto l'epicentro, in provincia di Reggio Emilia. Secondo quanto accertato dall'Istituto di geofisica, i comuni più vicini all'epicentro sono Poviglio, Brescello e Castel di Sotto. Poco dopo la prima forte scossa i sismografi ne hanno registrato una seconda di più lieve entità pari a magnitudo 2,3, è avvenuto nella stessa zona, compresa fra le province di Reggio Emilia e Parma. Vengono segnalati crolli di calcinacci dagli edifici e il blocco totale della rete mobile ma nessun ferito per fortuna.

Di seguito il comunicato emesso dal INGV (Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia)

"Un terremoto di magnitudo(Ml) 4.9 è avvenuto alle ore 09:06:36 italiane del giorno 25/Gen/2012 (08:06:36 25/Gen/2012 - UTC).
Il terremoto è stato localizzato dalla Rete Sismica Nazionale dell'INGV nel distretto sismico: Pianura_padana_emiliana.
I valori delle coordinate ipocentrali e della magnitudo rappresentano la migliore stima con i dati a disposizione. Eventuali nuovi dati o analisi potrebbero far variare le stime attuali della localizzazione e della magnitudo
"

Dati evento:

  • Magnitudo : 4.9M
  • Data e Ora : 25/01/2012 alle 09:06:36 (italiane)
  • Coordinate : 44.854°N, 10.538°E
  • Profondità : 33.2 km
  • Distretto Sismico : Pianura_padana_emiliana
Published in News dall'Italia

Page 3 of 3