Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Sat06232018

Last update

Meteo Flash - Bollettino di attenzione meteorologica della protezione civile per il 4 Giugno 2012

Come scritto da qualche giorno, l'Italia sta per essere interessata da una voloce perturbazione che, stando ai modelli, porterà i maggiorni disagi sul Triveneto soprattutto nelle zone più orientali.
Ecco quindi il bollettino di attenzione meteorologica emesso dalla protezione civile per il giorno Lunedì 4 Giugno 2012

Precipitazioni previste:

  • diffuse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul Friuli Venezia Giulia, con quantitativi cumulati moderati o localmente elevati;
  • sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, su Piemonte orientale, Liguria di Levante, restanti zone del nord, Toscana, Umbria, Lazio, Campania centro-settentrionali, con quantitativi cumulati generalmente moderati;
  • isolate, anche a carattere di rovescio o temporale, su Valle d’Aosta, Piemonte occidentale, restanti zone del centro, resto della Campania, Puglia settentrionale e zone tirreniche di Basilicata e Calabria, con quantitativi cumulati deboli.

Visibilità: nessun fenomeno significativo.


Temperature: in sensibile calo i valori massimi.


Venti: forti nord-occidentali sulla Sardegna; tendenti a localmente forti settentrionali sulle zone alpine e settori costieri di Veneto e Friuli Venezia Giulia; localmente forti occidentali sulle aree tirreniche ed interne peninsulari del centro-sud; localmente forti meridionali sulle zone ioniche e sulla Puglia; forti raffiche durante le manifestazioni temporalesche.


Mari: tendenti a molto mossi tutti i bacini occidentali, fino ad agitato il Mar di Sardegna; localmente molto mossi lo Ionio e l’Adriatico.

Stando a questo bollettino quindi la zona del Garda dovrebbe essere interessata da precipitazioni di moderata intensità con accumuli però reativamente bassi.