Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Tue08112020

Last update

Nuovo peggioramento da domenica... ci accompagnerà per qualche giorno

Manca solo da capire quanto saranno intense le precipitazioni nelle varie regioni del Centro Nord, ma il fatto che le condizioni meteo da domenica, tornino a peggiorare è ormai una certezza... o quasi. I principali modelli (GFS, di cui vedremo le immagini di seguito, e ECMWF) sono entrambi concordi nell'indicare domenica 20 maggio, come il giorno per l'inizio dell'imminente nuovo cambiamento meteo, mentre sono ancora discordi sulla sua durata (ECMWF propende per martedì, mentre GFS è più incline a mantenere condizioni di tempo perturbato al nord almeno fino a giovedì).

Ma proviamo ad analizzare appunto il modello GFS per capire come dovrebbe evolvere il tempo sulla nostra penisola a partire dalla giornata di domenica, tenendo in considerazione che fino a sabato l'Italia godrà di tempo più stabile e soleggiato, grazie all'apporto dell'altapressione che, se pur debole (e meno male che è debole perchè un altra botta di africano dopo quella della settimana scorsa non la vuole nessuno...vero?!?! :-P), riuscirà a garantire tempo bello e temperature in leggero aumento almeno tra venerdì e sabato. Se andiamo ad analizzare le mappe relative alla pressione al suolo e ai potenziali alla quota di 500hPa (vedi prossima immagine) noteremo come la responsabile del peggioramento sia una depressione in formazione sulla penisola Iberica e che sabato riporterà Spagna e Portogallo in Primavera, dopo che in questi ultimi giorni sono stati catapultati in piena estate dalle temperature torride (oltre 40°) che si sono registrate in queti ultimi giorni.

500 200512

Dalle immagini, che mostrano l'evoluzione prevista dalle 6:00 di Domenica fino alle 18:00 di Lunedì, possiamo vedere come la suddetta depressione, nel corso della giornati di domenica subirà un cut-off che la trasformerà in una goccia fredda che si sposterà lentamente dapprima verso la Francia e poi verso le nostre regioni settentrionali. Il minimo al suolo invece sarà situato sul nord della Germania.

Questo tipo di "ingresso" da parte della goccia fredda farà si che si attivi una ventilazione da sud grazie al "richiamo" esercitato dalla depressione, come possiamo notare nella prossima immagine che mostra la direzione e l'intensità dei venti alla quota di 850hPa.

vento 200512

Nella giornata di domenica soffieranno venti di scirocco (si si proprio lui, il vento caldo e umido che soffia dall'Africa) verso le nostre regioni settentrionali e questo farà si che le correnti umide che i suddetti venti spingeranno verso il Nord Italia, inneschino le prime piogge che a causa dell'effetto Stau potrebbero risultare a tratti intense soprattutto in Liguria, Piemonte e poi lungo la fascia prealpina del Triveneto. Questa evoluzione delle precipitazioni è ben visibile nella prossima immagine.

pioggia 200512

Una cosa è certa... lo spostamento della goccia fredda verso est sarà piuttosto lento e questo favorirà il prolungamento dei fenomeni almeno fino alla giornata di Martedì anche se più attenuati rispetto ai giorni precedenti in quanto verranno meno le condizioni per le piogge abbondanti (fra l'altro tornando alla mappa dei venti possiamo notare come lunedì non siano più disposti da sud, ma da ovest). Nella giornata di martedì potremmo comunque avere ancora il maltempo che insiste sul Nord-Est e le tirreniche mentre potremmo assistere ad un graduale miglioramento al nord-ovest.  Da notare come le regioni meridionali saranno praticamente graziate dai fenomeni pià intensi...anzi alcune si troveranno quasi in estate...Prima di concludere vorrei dare uno sguardo alle temperature.

Il peggioramento è di tipo atlantico e non di tipo "artico" come gli ultimi due e quindi difficilmente vedremo la neve a quote basse come è accaduto nella giornata di mercoledì.

850 200512

Dalle immagini infatti possiamo notare come le temperature al nord (ai 1500 metri) si manterranno su valori tra i 4° e i 6°, mentre al sud avremmo termiche molto molto alte...vedamo una quasi 20° ai 1500 metri su Sicilia e Calabria nella giornata di domenica...complice ovviamente anche lo scirocco di cui abbiamo parlato in precedenza.

Quindi per concludere... dal punto di vista di un caldofilo potremmo dire che da domenica avremo un tempo di mer*a sul centro,ma soprattutto Nord-Italia, con Piogge che localmente saranno anche intense (vedremo nei prossimi giorni cosa ci diranno i modelli) e senza il caro amato sole...sigh...sob...:-) dal punto di vista del freddofilo invece saranno altri tre giorni senza l'odiato caldo africano che ci ha già "spaventato" un paio di volte quest'anno. Insomma anche questa volta non tutti potranno essere contenti..ma che ci volete fare il tempo è così.... ah amico caldofilo... potrai godere del caldo forse a partire da fine mese...ma è ancora presto per dirlo...e tu amico freddofilo... beh diciamo che ti sei divertito abbastanza in questi ultimi giorni...la neve cadrà solo a quote elevate quindi non sperare "nei miracoli" :-)