Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Tue08112020

Last update

Da Martedì sera in arrivo un "peggioramento fotocopia" del precedente...quindi una ciofecca?!?! :-)

Quello che si sta avvicinando all'Italia tra Martedì e Mercoledì è un peggioramento molto simile (per come si determinerà) a quello che ha colpito il Nord-Italia nello scorso Week End e che è ancora in atto sulle estreme regioni meridionali. Per molti previsori / amanti della meteorologia, il peggioramento precedente è stato un Flop perchè qualsiasi previsione è stata in un modo o nell'altro sballata... solo i LAM di sabato mattina avevano in parte "cambiato rotta" e ridimensionato l'entità del peggioramento.  Si arrivava da alcuni giorni di caldo fuori stagione e fuori dal normale (5/6° sopra le medie del periodo) e quindi ci si aspettava che lo "scontro" tra l'aria calda al suolo e l'aria fredda in arrivo in quota, determinasse forti temporali, venti forti su tutta la pianura Padana e locali grandinate anche molto forti oltre ovviamente ad un forte calo delle temperature.

I temporali ci sono stati..anche se meno estesi del previsto, i venti...forti in alcune zone ma, come per i temporali, non diffusi come ci si aspettava, e la grandine è si caduta, ma fortunatamente, non ha portato i danni che sembrava dovesse portare. L'unica cosa corretta al 100% è stato il repentino calo delle temperature che ha riportato la neve poco al di sopra di 1300 metri in Appenino... e che per essere Maggio è davvero un evento. Ora, sta arrivando un peggioramento molto simile nella dinamica evolutiva.

Martedì sera arriverà una saccatura dal Nord-Europa, che si addosserà alle Alpi (come vediamo nella prossima immagine)

500 150512

la quale determinerà la formazione sulla Pianura Padana di una depressione orografica (figura barica tipica di una zona sottovento quando una massa d'aria fredda si addossa ad un catena montuosa) che sommata all'aria umida "trainata" dalla saccatura porterà i primi temporali nella serata di martedì soprattutto sul Nord-Est e poi condizioni di debole/moderato maltempo dapprima sul Nord-Italia e poi in rapidissima estensione al Sud. Nella prossima immagine vediamo le precipitazioni previste tra la mezzanotte di Martedì e le 6 di Mercoledì mattina ... e possiamo notare come la zona del Garda sia ai margini delle precipitazioni (quindi non aspettiamoci nulla di eclatante) mentre le zone più colpite dovrebbero essere quelle del Friuli.... ma visti i precedenti magari succederà il contrario e il grosso delle piogge arriva da noi :-) (domani sera nowcasting)

pioggia 150512

Oltre alle deboli precipitazioni previste, si avrà un nuovo calo delle temperature (vedi prossima immagine) e nelle zone di montagna interessate dalle precipitazioni si avrà il ritorno della neve anche a 1000/1200 metri.

850 150512

Insomma si ripresenta una situazione simile a quella di sabato ma con alcune differenze sostanziali... innanzitutto sembra che sia un ingresso più ad Est e quindi le regioni centro meridionali saranno toccate rapidamente...come quelle del nord del resto, non sono previsti venti forti ma soprattutto non ci sarà al suolo l'aria calda che c'era sabato scorso...quindi meno "benzina" per scatenare eventi meteo estremi (meno male)...

Come detto il peggioramento sarà rapidissimo e già nel pomeriggio di mercoledì per il Triveneto 8nelle zone colpite dai fenomeni) si rivedrà il sole...che dovrebbe durare fino a Sabato incluso...poi sembra che la prossima settimana sarà piovosa per gran parte del tempo... staremo a vedere!