Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Sat06232018

Last update

Monday, 07 May 2012 15:31

Un sole "tranquillo" raffreddò l'Europa...2800 anni fà però Featured

Rate this item
(0 votes)

Una forte riduzione delle radiazioni solari causò un improvviso raffreddamento del clima in Europa circa 2.800 anni fa. Accadde in sole ricercatoricoincidenza con la fase minima dell'attività del Sole e quando forti venti abbassarono le temperature dell'intero continente.
A sostenerlo è lo studio pubblicato sulla rivista Nature Geoscience e coordinato da Celia Martin-Puertas del Centro Helmholtz di Potsdam, in Germania. La scoperta rivela che sbalzi intensi nell'attività solare possono influenzare il clima nel lungo, così come nel breve periodo.

I ricercatori hanno analizzato i sedimenti provenienti dal Lago Meerfelder Maar, in Renania –Palatinato (Germania) e quelli di altri laghi europei (come il Lago Grande di Monticchio, in Basilicata) individuando le variazioni annuali della ventosità e dell'attività solare ultravioletta nel periodo compreso tra 3.300 e 2.000 anni fa.
In particolare sono stati osservati due indicatori ambientali ovvero la struttura e lo spessore del sedimento, indicatore della circolazione stagionale delle acque del lago e la variabilità del titanio, come indicatore dell'afflusso dei sedimenti dal bacino basaltico utili per determinare l'attività solare dell'epoca. In coerenza con i modelli climatici utilizzati e in base ai dati raccolti, gli studiosi concludono che 2.800 anni fa la circolazione atmosferica reagì bruscamente, in coincidenza con il minimo dell'attività solare, causando importanti cambiamenti del clima ed l'abbassamento della temperatura in Europa.

Una conferma dello studio tedesco, almeno riguardo alle temperature più basse, viene dalla lettura di diversi storici dell'antica Roma. Si legge di nevicate abbondanti (anche oltre i 2 metri), del Tevere più volte ghiacciato, e del limite della crescita dell'uva a latitudini poco più a nord di Roma. Solo verso la fine dell'epoca fredda, Roma divenne grande e l'impero si espanse.

FONTE: ANSA

Read 3267 times