Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Fri10232020

Last update

Arriva il caldo... e poi?

Ormai è certo che da oggi le temperature cresceranno su tutta l'Italia e che vivremo una fase di tempo stabile su gran parte dell'Italia almeno fino ad inizio Maggio. Per questa situazione di stabilità duratura dobbiamo ringraziare, anche se sembra un paradosso, il maltempo. Si perchè sono due figure depressionarie a determinare "l'innalzamento" (e il perdurare) verso le nostre latitudini, dell'Anticiclone Africano "Ignaz".

Per capire il motivo di questa affermazione dovremmo guardare la prossima figura in cui ho messo in evidenza "gli attori" in gioco sullo scacchiere Europeo nei prossimi giorni.

ignaz

 

Come possiamo notare nella mappa tratta dal modello americano GFS, nella sua emissione delle 00z, che riguarda le pre 12 di Sabato prossimo, sull'Europa ci saranno tre elementi fondamentali (anzi ce ne sono di più ma non che ci riguardano...quindi freghiamocene :-) ).La scena Italiana è dominata dall'anticiclone di matrice Africana che dal Sahara si estende fin sulle repubbliche Baltiche. Questo come detto determinerà Caldo (fino a 30° al Sud Italia) e tempo soleggiato se si escludono possibili temporali sul Nord-Ovest nel corso delle ore più calde dei prossimi giorni ma limitatamente alla fascia Alpina. Ignaz (l'Africano) riuscirà a spingersi "così in alto" grazie all'azione di Petrà, che si estenderà dall'Isole Brianniche fin sulla Penisola Iberica diventando poi, a seguito del Cut-Off, una goccia fredda sempre visibile dall'Immagine. Il posizionamento della bassa pressione in questo modo, favorisce il scivolamento lungo il suo bordo orientale dell'altapressione e quindi la sua comparsa su gran parte dell'Europa centrale e la nostra penisola.

Se tutto si limitasse a questa configurazione, potremmo attenderci che nei prossimi giorni la goccia fredda , come spesso accade, inizi a muoversi verso Est determinando un lento ma graduale deterioramento dell'Africano riportando quindi sulle nostre regioni il maltempo Atlantico. Invece (stando alle ultime emissioni modellistiche) questo non accadrà (almeno non subito per la felicità dei caldofili) perchè non abbiamo tenuto in considerazione il "moccolo"...dai il terzo incomo insomma, ossia la goccia fredda presente sulla Grecia. Se ne sta li bella pacifica a dire ad Ignaz (L'Africano): "da chi no te passe..." (Traduzione Veronese-Italiano: Da qua non passi) ...ed Ignaz, bloccato a Ovest dalla Goccia fredda Iberica e a Est dalla Goccia Fredda Greca, non può far altro che rimanere in Italia...sento già le urla di gioia dei caldofili!!

SI a quanto pare il periodo stabile dovrebbe durare qualche giorno in più del previsto. Le regioni più esposte alle ingerenze iberiche saranno quelle occidentali ma, stando alle ultime emissioni, anche su queste regioni il week end DOVREBBE essere salvo... forse qualche temporale ma niente di più. Sul resto dell'Italia invece tempo bello e stabile con temperature fino a 30° al sud nella giornata più calda di "Ignaz" ossia Sabato 28 Aprile. E dopo questo periodo? cosa accadrà? continua il caldo? torna l'altlantico?

Secondo i modelli (come possiamo vedere nella prossima immagine) l'Italia finisce in una lacuna barica ossia una situazione in cui non vi è nessuna prevalenza da parte di un anticiclone o di un ciclone.

ignaz2

Come si vede infatti dalla figura, ad ovest permane la goccia fredda...che invece si spostarsi verso est, si è rintanata più a Ovest, sulla Scandinavia ci sono i rimasugli di Ignaz che non riceve più apporti caldi dal suo cuore Sahariano, a Est nessuna depressione significativa..e sull'Italia? Ne carne ne Pesce... calano le temperature tornando entro le medie del periodo e quellche ci si più attendere è al massimo il ritorno dell'instabilitù soprattutto pomeridiana ma almeno per ora non si vede all'orizzonte il ritorno del vero Atlantico...insomma dopo Ignaz per ora regna l'incertezza... spero solo (da buon freddofilo) che non inizi un periodo di predominio anticiclonico :-P