Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Sat11182017

Last update

Saturday, 13 August 2011 13:09

Ma il meteo...da cosa dipende???? (Ultima Parte) Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Riassunto delle puntate precedenti...abbiamo detto che tre sono le variabili fondamentali che regolano a grandi linee il clima, ossia temperatura, pressione e umidità... abbiamo detto che basta che cambi il valore di una o più di queste variabili per determinare come conseguenza immediata che anche il valore delle altre si modifichi...abbiamo detto che la temperatura è quella che ci fa dannare e la pressione atmosferica non è quella che si misura con lo sfigoecazzometro....quindi non ci resta che parlare della terza e ultima grandezza, ossia l'umidità...

Noi tutti la conosciamo per vari motivi :

  • Si esce la mattina in una bella giornata di sole estiva e appena si mette il piede fuori di casa si ha la sensazione di essere avvolti in uno strato di colla vinilica stile ArtAttack...bene quello è l'effetto di un'alta concentrazione di umidità nell'aria.
  • La temperatura dell'aria è di 26° ma si ha la sensazione di essere dentro un forno a cuocere a fuoco lento...bene quella è un'altro effetto dell'umidità
  • Mia mamma esce di casa e rimane improvvisamente senza voce...bene quello (dice lei :-) ) è l'effetto dell'umidità.
  • In inverno ti sembra che ci sia un freddo bisso mentre non siamo nemmeno sotto zero? bene quello è un altro effetto della nostra amica umidità...
  • Ma soprattutto...un giorno ti svegli e decidi che è giunto il momento di imbiancare la camera da letto e quindi ti metti a spostare l'armadio...e ORRORE, sulla parete che fino a poco prima era nascosta dall'armadio ti ritrovi una piantagione di muschi e licheni...anche questa è opera dell'umidità !!!

Potrei andare avanti con altri esempi ma direi che ci siamo...abbiamo individuato in modo poco scientifico ma molto terra terra cosa è l'umidità dell'aria... ma ora è arrivato il momento di spiegarlo più nel dettaglio :-). Meteorologicamente parlando, l'umidità è la grandezza che determina la quantità di vapore acqueo presente in un dato volume d'aria. Essa si misura in:

  • umidità assoluta : che indica la quantità di vapore acqueo in un dato luogo in un certo momento e si misura in g/m3
  • umidità relativa : è il rapporto tra la quantità di vapore acqueo presente in un m3 d'aria e quella che teoricamente sarebbe contenuta nello stesso volume se ne fosse saturo...ed è quella che siamo abituati a vedere anche sulle nostre stazioni meteo più sgrause...ossia la %...che corrisponde il livello di saturazione dell'aria...percentuali basse descrivono un'aria secca, percentuali elevate descrivono un'aria molto molto umida.

L'umidità si misura con vari strumenti come ad esempio, l'igrometro, il termoigrometro o l'igrografo. In meteorologia, quando si parla di umidità si fa spesso riferimento al fenomeno della saturazione, senza entrare troppo nel difficile per capire cosa è la saturazione basta pensare a quando si sta cuocendo la pasta...si fa bollire l'acqua e poi si butta il sale...il sale "magicamente" scompare e l'acqua diventa salata...ma se noi buttiamo troppo sale, oltre a fare una pasta che farà ca*are, ci accorgeremo che sul fondo della pentola il sale non è scomparso del tutto... questo accade perchè l'acqua si è saturata di sale e non è più in grado di "assorbirne" ancora...

Nell'aria, ad una data temperatura e ad una data pressione vi è un solo possibile valore di umidità che è appunto quello di saturazione...in queste condizioni, se per qualche motivo, si va ad aggiungere all'aria altro vapore acqueo, senza variare volume o temperatura, questa vapore diventa immediatamente acqua...e quindi piove!! Ovviamente il valore di saturazione dell'aria (e quindi della quantità di vapore necessario a saturarla) varia a seconda della pressione e della temperatura...più la pressione e temperatura sono alte, maggiore è la quantità di vapore acqueo necessario per saturare l'aria ... ecco quindi perchè con l'alta pressione è molto difficile che piova (vedete...tutti i nodi vengono al pettine :-) )... per lo stesso motivo inoltre possiamo dire che se la quantità di vapore presente nell'aria è molto bassa meteorologicamente parlando siamo in un regime di alta pressione...mentre se la quantità di vapore è alta siamo in un regime di bassa pressione!!

Siamo così giunti alla fine di questo lungo post a puntate in cui abbiamo imparato a conoscere cosa sono temperatura, presione e umidità e come la loro iterazione determini le condizioni meteo di una certa regione...come dicevo dovremmo parlare anche del vento...ma questo merita un post tutto suo che non mancherò di scrivere! Per ora vi lascio all'anticiclone delle Azzorre che ci sta regalando un bellissimo periodo estivo ne troppo caldo ne troppo freddo...speriamo che duri anche a Ferragosto!!!

Ciao ciao !!

Read 2477 times Last modified on Wednesday, 20 February 2013 22:42

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.