Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Sat06232018

Last update

Sunday, 08 April 2012 22:07

La Pasqua che non ti aspetti... quasi meglio di Natale Featured

Rate this item
(0 votes)

Premetto che sto parlando da Freddofilo e quindi se analizziamo la giornata di oggi è abbastanza chiaro il motivo del titolo, pasqua2012 3soprattutto tenendo conto che vivo al Nord-Est e che quindì è noto a tutti di come è stato, dal punto di vista meteorologico, l'Inverno appena trascorso. Il Nord-Est ha vissuto solo in parte (quella fredda) l'inverno da record che ha toccato molte regioni centro meridionali dell'Italia e sta vivendo una fase siccitosa che ormai dura da agosto scorso.

Lo abbiamo visto tutti, è dall'inizio del mese di Aprile che "apparentemente" le cose sono cambiate. Nella nostra zona vi sono state più fasi perturbate in questi ultimi 5 giorni, che nei primi tre mesi del 2012 (tre mesi abbastanza insulsi se escludiamo la fase fredda di inizio febbraio e le due nevicate di quel periodo). Da qualche giorno però tutti i meteoappassionati del "partito" dei freddofili stavano osservando i modelli alla ricerca di alcune conferme legate all'arrivo (ad Est purtroppo...) di una profonda saccatura di orgine Artica che, puntando diritta verso i balcani con il suo carico di aria fredda di origine artico marina, avrebbe sfiorato anche l'Italia. pasqua2012Le conferme ci sono state e nella giornata di oggi si sono anche "realizzate".

Ricordo che a Caprino la temperatura minima più bassa registrata nel mese di marzo è stata di 4.1° e anzi, Marzo 2012, a Caprino ma un po' su gran parte dell'Europa Centro Occidentale, è stato il più caldo degli ultimi 30 anni..bene allora la temperatura minima registrata pochi minuti fa è "sorprendente" visto il periodo e vista la suddetta premessa : 2.9°. Ma dire che la Pasqua del 2012 è meglio di Natale solo per quello è forse troppo, allora ci aggiungiamo la debole spruzzata di neve che si è vista nel primo pomeriggio sul monte Baldo a quote fino a ieri non previste...infatti ad una prima stima la neve è scesa fino ai 1600 metri nonostante la termica del limite della neve fosse in quel momento ad una quota superiore.

Il motivo per cui la neve (anche se davvero pochissima) sia scesa ad una quota più bassa del previsto è facilmente spiegabile. Nel momento in cui sul Baldo ha cominiciato a Nevischiare a quella quota, giungeva da ovest una grossa cella temporalesca carica di pioggia e non solo. Tale cella ha portato per circa 30/40 minuti forti precipitazioni ed anche delle deboli grandinate su alcune zone del Comune di Caprino Veronese. L'intensità delle precipitazioni ha "aiutato" l'aria più fredda presente a quote elevate, di portarsi rapidamente a quote più basse grazie al fenomeno del downdraft. In questo caso infatti una colonna d'aria molto fredda è scesa verso il suolo portando con se precipitazioni intense e generando raffiche di vento moderate nel corso dei fenomeni precipitativi più intensi.

pasqua2012 1Ora però la quota neve è davvero molto bassa infatti ai 1500 metri sono attesi per domani -5° il che significa che la quota neve è al di sotto dei mille metri...peccato che domani, pasquetta, non siano previsti fenomeni altrimenti avremmo visto un Baldo innevato fino a quote medio basse....beh per il freddofilo però la Pasquetta di domani sarò ricca di soddisfazioni infatti anche in pianura è previsto un risveglio "FRESCO"... diciamo che 2° di minima si toccheranno in quasi tutte le zone raggiunte dall'arria fredda in seno alla saccatura Artica che abbiamo descritto in apertura..e le massime a fatica supereranno i 10°... insomma dopo una Pasqua che assomigliava più a Natale, la pasquetta per qualcuno potrebbe sembrare uno dei giorni della merla :-)

Il resto della settimana vedrà un rialzo termico (che però non porterà a temperature elevate...anzi si potrebbero avere valori al di sotto delle medie del periodo) ma si avrà un notevole peggioramento delle condizioni meteo, per mercoledì infatti sono previste forti piogge nelle nostre zone con la neve che imbiancherà il Baldo dai 1200 metri in su. Se andiamo a vedere poi il lungo termine, quello che si profila è un Aprile da connotati quasi autunnali, con frequenti precipitazioni e temperature minime attorno ai 5/6° e le massime che difficilmente arriveranno ai 18°... ovviamente, lo ripeto sempre, quando si parla "del lungo termine" siamo sempre nell'ambito della Fantameteorologia, sta di fatto però che le forze in gioco sullo scacchiere Europeo sono cambiate...ora è l'Atlantico ad avere le carte migliori da giocare... vedremo

 

Read 2033 times