Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Fri02212020

Last update

Tuesday, 13 March 2012 22:16

Meteo Flash - Veneto e Friuli unite per affrontare il problema della siccità Featured

Rate this item
(0 votes)

Veneto e Friuli Venezia Giulia metteranno in campo azioni comuni per affrontare la grave situazione di siccita' che sta attanagliando il siccita1Nordest. A tal fine sono stati attivati dei tavoli tecnici che nel giro di qualche giorno predisporranno una serie di indicazioni operative per consentire il massimo accumulo di acqua negli invasi e un sensibile contenimento dei consumi per tutte le utilizzazioni, da quelle irrigue a quelle domestiche.

La strategia di collaborazione e' stata messa a punto oggi nel corso di un incontro a Palazzo Balbi a Venezia, presieduto dall'assessore regionale veneto all'ambiente Maurizio Conte e dal Vicepresidente e assessore all'ambiente della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia Luca Ciriani, insieme a Roberto Casarin segretario dell'Autorita' di bacino dell'Alto Adriatico e segretario generale dell'Autorita' di bacino del fiume Adige.

All'incontro hanno partecipato, tra gli altri, i rappresentanti degli enti gestori dei serbatoi idrici delle due regioni e dei consorzi di bonifica. In assenza di precipitazioni e in mancanza dell'apporto dello scioglimento della neve in montagna, che quest'anno ha visto un calo del 70-80% rispetto alla media, i volumi idrici degli invasi e delle falde acquifere stanno toccando i valori piu' bassi degli ultimi anni, creando uno stato di grave siccita' che occorre affrontare, in considerazione anche dell'avvicinarsi della stagione irrigua in agricoltura. ''Ci troviamo in una situazione particolarmente pesante - ha detto l'assessore Conte - e insieme al Friuli Venezia Giulia abbiano deciso di mettere in atto azioni comuni, perche' c'e' la necessita' di individuare con tempestivita' misure concrete di risparmio idrico per superare l'emergenza''. ''Abbiamo concordato sulla necessita' di metterci insieme - ha sottolineato da parte sua Ciriani - per affrontare il problema in maniera coordinata, in un clima di collaborazione che consenta l'adozione di indicazioni operative piu' incisive per razionalizzare le risorse disponibili idriche. Torneremo a riunirci tra una quindicina di giorni per la verifica''. In linea di massima, le linee di indirizzo su cui stanno lavorando i tecnici riguardano come intervenire per mantenere l'acqua nei bacini montani, immagazzinare l'acqua anche in pianura, ridurre gli usi irrigui e contemperare anche l'uso dell'acqua ai fini della produzione di energia.

Fonte: ADNKRONOS

Read 3400 times