Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Mon10212019

Last update

Meteo Flash - La grandine cancella i frutteti nella Sicilia orientale

Che il maltempo che ha colpito a Sicilia Orientale nella giornata di Mercoledì, sia stato particolarmente intenso lo abbiamo scritto già nell'editoriale di apertura di ieri. Strade frutta grandinata-420x315allagate, aereoporto di Catania chiuso, ferrovie interrotte, piogge torrenziali e grandine grossa come noci sono stati gli ingredienti che hanno caratterizzato, purtroppo, la risalita dal nord Africa di un un nucleo perturbato molto intenso. Ma se oggi, quasi tutto è tornato alla normalità, c'è chi, come la Confagricoltura si Siracusa, inizia a contare i danni.  Infatti la grandine ha praticamente distrutto la fioritura dei frutteti e ha causato gravi danni anche agli agrumi in piena stagione di raccolto.

La grandinata che si e' abbattuta ieri sulla fascia jonica, particolarmente intensa nelle zone di Lentini, Carlentini, Francofonte, Villasmundo e ad Augusta, in alcune ore, ha distrutto le residue speranze degli agricoltori di cercare di fronteggiare la difficilissima situazione del mercato. Sul terreno sono rimasti cumuli di grandine alti fino a trenta centimetri, tanti i danni e Confagricoltura Siracusa chiede l'attivazione dello stato di calamita' in favore degli agricoltori colpiti da un evento metereologico assolutamente eccezionale.

"Purtroppo stiamo battendo tutti i record per quanto riguarda la sfortuna ma la colpa di tutto questo non e' solo del maltempo - ha denunciato il presidente di Confagricoltura Siracusa, Massimo Franco -. Questa stagione che era stata gia' devastata dai blocchi stradali e dal grave accordo commerciale fra Unione europea e Marocco, ora deve fare i conti pure con questo violento temporale. C'e' un territorio completamente abbandonato, dove le manutenzioni non vengono effettuate da decenni e gli interventi per la messa in sicurezza di strade e territorio non esistono. Chi puo' constatare di presenza la situazione della zona nord della provincia, si rendera' conto dell'eccezionalita' della precipitazione e degli effetti che hanno subito le aziende".

Fonte: www.agi.it