Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Sat09192020

Last update

Speciale Gelo - Arriva il Burian? Ultime emissioni modellistiche

Ciao a tutti

Arriva il Freddo!??! Fino ad oggi non ne ho mai parlato direttamente (se non qualche accenno), anche se da qualche giorno ormai i principali siti meteo Italiani hanno iniziato ad ipotizzare per l'italia l'arrivo dell'ondata di gelo più "forte" degli ultimi 30/40 anni, e c'è chi si sbilancia, ed azzarda dicendo che sarà la più forte degli ultimi 50/60 anni, ma credo che poco importa se sarà da record o no, quello che importa secondo me è capire se davvero sarà così perchè in quel caso potrebbero essere "problemi" in molte zone italiane, la nostra compresa. Di cosa stiamo parlando? In gergo possiamo dire che assiteremo ad una retrogressione Est-Ovest di un nocciolo gelido staccatosi dal "papà" (l'orso russo) che presenta attualmente termiche agli 850hPa (1500 metri) di -35°, per gli appassionati di meteo possiamo dire che arriva il Burian, invece per quelli come me che ne capiscono poco possiamo dire che...farà un fredo beco!! :-)

Ovviamente quando si sta parlando di eventi di questo tipo (le retrogressioni fredde addirittura storiche) non si è mai certi fino all'ultimo se e come colpiranno una determinata zona, perchè la loro direzione dipende da moltissimi fattori che possono cambiare di giorno in giorno, ma in questo caso però, indipendentemente dal fatto che la traiettoria colpisca direttamente l'Italia o si limiti a sfiorarla, poco cambia... le temperature crollerebbero di molti (moltissimi?) gradi sotto lo zero (anche -15° in pianura)...nelle zone in questi giorni interessate dalle nevicate l'effetto albedo potrebbe far scendere le temperature a -18°.... ovviamente in montagna farebbe molto più freddo...ma li forse sono più abituati o sbaglio??

Comunque quello che possiamo fare è tenere monitorata la situazione ed io cercherò di tenervi aggiornati quotidianamente con gli le emissioni dei modelli :-) ... Partiamo quindi con la carrellata dei principali run modellistici guardandole mappe relative alle temperature alla quota di 850hPa (che ricordo essere circa 1500 metri) per la giornata di Sabato prossimo:

Modello GFS

GeloGFS

La mappa è tratta dall'ultima emissione (18z) e mostra la situazione prevista sabato 4 Febbraio. Come possiamo vedere il nocciolo gelido impatta con le Alpi (già da venerdì) con il suo cuore gelido a -25°. Sul Versante Italiano le termiche sarebbero leggermente più basse ma comunque sulle nostre teste (come su tutte le prealpi) le temperature potrebbero essere di -18°/-20° con temperature al suolo prossime ai -15° come valori minimi.

Modello ECMWF

geloECMWF

La mappa è tratta dall'ultima emissione (12z) e mostra la situazione prevista domenica 5 Febbraio. In questo caso, il nocciolo gelido entra sull'Italia da Est ma non con il suo "cuore" gelido, ma con una propagine che comunque presenterà termiche di -14°/-18° ai 1500 metri. Consideriamo che per fenomeni di inversione potremmo comunque avere al suolo le temperature potrebbero essere di -15° come valori minimi.

Modello NOGAPS

geloNOGAPS

La mappa è tratta dall'ultima emissione (18z) e mostra la situazione prevista sabato 4 Febbraio. In questo caso, il nocciolo gelido impatta sulle Alpima non con il suo "cuore" gelido che rimane lontano sulla Scandinavia, ma con una propagine che comunque presenterà termiche sul nord Italia di -16°/-18° ai 1500 metri. Consideriamo che, per il fenomeno del inversione, potremmo comunque avere al suolo le temperature potrebbero essere di -15° come valori minimi.

Modello CFS

GeloCFS

La mappa è tratta dall'ultima emissione (6z) e mostra la situazione prevista sabato 4 Febbraio. In questo caso, il nocciolo gelido entra sull'Italia dalle Alpi.il suo "cuore" gelido si splitta in due lobi ed uno dei due si posiziona direttamente sulle Alpi con termiche di -25° ai 1500 metri. Sulla Pianura Padana si avrebbero comunque termiche di -18/-20°,  Le temperature al suolo potrebbero essere di -15°/-18° come valori minimi.

Modello JMA

GeloJMA

La mappa è tratta dall'ultima emissione (12z) e mostra la situazione prevista sabato 4 Febbraio. In questo caso, il nocciolo gelido entra sull'Italia da Nord Est. Il suo "cuore" gelido rimarrebbe sulla Scandinavia ed avremo sul Nord Italia termiche tra i -10° e i -16°.  Le temperature al suolo potrebbero essere di -10° come valori minimi. Il JMA è il modello "meno" estremo in questa sua emissione.

Modello BOM

GeloBOM

La mappa è tratta dall'ultima emissione (12z) e mostra la situazione prevista sabato 4 Febbraio. In questo caso, il nocciolo gelido entra sull'Italia da Est.il suo "cuore" gelido rimarrebbe sui Balcani ma Sulla Pianura Padana si avrebbero comunque termiche di -18/-20°,  Le temperature al suolo potrebbero essere di -15°/-18° come valori minimi.

Modello GEM

geloGem

La mappa è tratta dall'ultima emissione (12z) e mostra la situazione prevista sabato 4 Febbraio. In questo caso, il nocciolo gelido entra sull'Italia da Est.il suo "cuore" gelido rimarrebbe sui Balcani ma Sulla Pianura Padana si avrebbero comunque termiche di -18/-20°,  Le temperature al suolo potrebbero essere di -15°/-18° come valori minimi. Questo Modello mostra, a differenza degli altri, un coivolgimento più marcato del Centro.

Concludendo, possiamo dire che stando a quello che "affermano" le emissioni dei modelli il gelo arriverà e colpirù parecchio...le minime scenderanno a valori ai quali non siamo proprio abituati...ci abitueremo anche perchè l'ondata di freddo inizierà qualche giorno prima e ragigungerà il clous tra venedì e lunedì prossimo... ripeto però che NON E' ANCORA DETTO perchè le previsioni a lungo termine sono soggette a cambiamenti anche repentini...di certo però avere tutti i modelli allineati non lascia pensare anulla di molto differente.