Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Wed09192018

Last update

Tuesday, 03 July 2012 20:41

Monitoraggio ITCZ: Terza Decade di Giugno 2012 Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Tra l'21 e il 30 giugno 2012, l'ITF (Intertropical Front) l'ITF è avanzata in modo compatto sia lungo la sezione occidentale che lungo la sezione orientale, mantenendosi più a nord rispetto alla posizione media climatica di questo periodo. L'avanzamento maggiore si è comunque osservato nella zona centro orientale del fronte. Solo la parte più ad occidente è arretrata rispetto alla seconda decade. Questo è probabilmente attribuibile al fatto che a sud Ovest del Marocco è presente un anomalia negativa delle SST dell'Atlantico e queto determina un centro di bassa pressione in grado di rafforzare, e non poco, il Monsone di Sud-Ovest che sposta quindi la cella di Hadley e di conseguenza l'ITCZ.

La posizione media della porzione occidentale dell'ITF è stata posizionata approssimativamente a 18°N (la più avanzata toccata fino ad ora), ossia 1.2° gradi a nord della posizione media climatologica.

La posizione media della porzione orientale dell'ITF è stata posizionata approssimativamente a 16.1°N, che è di 1.8° gradi più a nord della decade precedente e 1.7° gradi più a nord della posizione media climatologica. L'ITF ad est si è spostata molto più a Nord rispetto alle decadi fino ad ora osservate

Tirando le conclusioni, possiamo dire che il fronte rimane mediamente in posizione più elevata rispetto alle medie del periodo. Questo si potrebbe tradurre in una nuova fase "anticiclonica africana" dopo quella appena trascorsa, soprattutto sulla parte occidentale europea con ingerenze anche sulle nostre regioni per via di promotori alto pressori africani i cui massimi però rimangono lontani dalle nostre regioni, soprattutto settentrionali. Le regioni settentrionali potrebbero in parte essere "risparmiate" in quanto il Tripolo atlantico è in configurazione +-+ e quindi favorevole alla discesa di "cavi d'onda" che potrebbero avere la forza di scalzare l'alticiclone dal nord Italia. Parlerà del Tripolo Atlantico in un altro articolo

La figura 1 mostra la posizione attuale ITF rispetto alle posizioni climatologiche per la seconda decade di giugno, e la sua posizione precedente nella prima decade di giugno. Le figure 2 e 3 sono una serie temporale che illustra i valori medi di latitudine delle porzioni occidentali ed orientali della ITF, rispettivamente, e le loro progressioni osservate da aprile, 2012.


itcz

FIGURA 1

Ecco gli scostamenti rispetto ai mesi precendenti

west

FIGURA 2

east

FIGURA 3

Read 3039 times

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.