Questo sito utilizza/non utilizza cookie per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze e cookie di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina
 o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Wed09192018

Last update

Tuesday, 26 June 2012 21:32

El Niño in anticipo? stando all'Organizzazione Meteorologica Mondiale succederà questo Featured

Written by 
Rate this item
(0 votes)

Ne parlavamo proprio ieri sera osservando le proiezioni emesse dal NOAA riguardanti proprio le probabilità che arrivi o meno El Niño. sstanimTali previsioni davano un 50% di chance che questo accadesse a scapito di una bassissima probabilità che si verificasse per la terza volta di seguito la Niña. A quanto pare per gli esperti se El Niño dovesse arrivare, lo farà in un periodo "poco consono" ( di solito o si aspetta a Natale... ecco perchè si chiama El Niño)... diciamo attorno ad Agosto-Settembre e questo comporterà un aumento insolito delle Temperature superficiali del Pacifico centro-orientale.

Questa anomalia, provoca variazioni climatiche forti causando siccità estrema in Indonesia e Australia (che dopo gli ultimi mesi in cui è stata sommersa dalle piogge forse non è nemmeno un male per certe zone) e alluvioni in Perù, Ecuador, fino al Brasile.
Ad annunciare l'arrivo del Niño l'ultimo bollettino reso noto oggi a Ginevra dall'Organizzazione Meteorologica Mondiale (OMM) secondo il quale c'è la possibilità che il fenomeno climatico di El Niño si sviluppi nel periodo tra agosto e settembre prossimi. L'intensità dell'eventuale fenomeno è al momento incerta perchè come detto rimane al 50% la probabilità che esso si verifichi con un 35% di probabilitù che invece si abbia un inverno "neutro".

El Niño è caratterizzato appunto, da temperature oceaniche insolitamente calde nei settori centrali e orientali del Pacifico tropicale, mentre La Niña si verifica con la situazione opposta, caratterizzata da temperature dell'oceano insolitamente basse. Entrambi le anomalie climatiche provocano significativi cambiamenti della circolazione atmosferica e delle precipitazioni in diverse regioni.
Pertanto le informazioni su El Niño e La Niña sono utili per i responsabili politici e pianificatori in settori quali la prevenzione delle catastrofi, gestione delle risorse idriche, l'agricoltura e la salute, spiega l'OMM.

Per quanto riguarda la nostra penisola un periodo di El Niño corrisponde ad inverni "più miti"...ma attenzione non vuol assolutamente dire che sarà un inverno "siccitoso"...ma solo "teoricamente" più caldo... ma sono solo supposizioni perchè alle nostre latitudini El Niño può influenzare il clima ma assieme a tanti altri fattori ancora non valutabili.

Read 61123 times

Leave a comment

Make sure you enter the (*) required information where indicated. HTML code is not allowed.